Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Turchia, italiani a quota 280mila nel 2018

Turchia, italiani a quota 280mila nel 2018

14 Maggio 2019

" Nel 2018 sono stati più di 39 milioni i turisti internazionali in Turchia e le entrate pari a quasi 30 miliardi di dollari. I flussi più importanti provengono dalla Russia (5.964.613), dalla Germania (4.512.360), dalla Bulgaria (2.386.885) e dalla Gran Bretagna (2.254.871). I turisti italiani sono stati più di 280mila, con un incremento del 38,10% rispetto al 2017". A parlare Serra Aytun Roncaglia, direttrice dell'ufficio Cultura e Informazioni dell'Ambasciata Turca. Le entrate turistiche nell'anno passato sono aumentate del 12,3% e hanno raggiunto i 29.512.926.000 $ rispetto all'anno precedente così suddivisi 22.546.616.000 per viaggi individuali e 6.966.311.000 tramite pacchetti turistici. Mentre l'81,8% di queste entrate (escluse le spese del roaming Gsm e i servizi portuali) proviene da visitatori stranieri, il 18,2% arriva da cittadini residenti all'estero. Nel 2018 la spesa media dei visitatori è di 647 $

Ma quali le prospettive di crescita? "Contiamo di mantenerci su un tasso annuale di incremento del 20-30%". Aytun sottolinea l'offerta di Turkish: "Membro Star Alliance, raggiunge 302 destinazioni in 124 Paesi, vola da ben otto città italiane (Milano, Venezia, Bologna, Pisa, Roma, Napoli, Bari, Catania) con 141 voli settimanali nel periodo estivo e 118 in inverno". Il settore turistico è estremamente importante per la Turchia e ha coinvolto più di 1 milione di posti di lavoro nel 2018. Alla fine del 2017 erano registrate 12.856 strutture ricettive per un totale di 1.482.492 posti letto. Il numero di catene e gruppi alberghieri in Turchia è più che raddoppiato dal 2001, arrivando a 165 nel 2017, di cui l'82% di proprietà nazionale, il 15% di proprietà straniera e il 3% di proprietà mista (nazionale e straniera). E da cosa è attratto il turista italiano? "Dalla ricchezza del patrimonio storico e artistico della Turchia, che conta oltre 18.000 siti sparsi in tutto il territorio - risponde la direttrice -. Inoltre non va dimenticato il turismo balneare: nel 2018 il Paese si è aggiudicato il 3° posto per le Bandiere Blu Spiagge (459) e il 4° posto per le Bandiere Blu Totali (481, marine comprese) sparse negli 8.333 km di costa". Istanbul rimane una delle destinazioni top: "Ha la popolazione più giovane d'Europa (con un'età media di 31 anni), è l' 8° città più visitata al

mondo secondo i dati del 2018) offre 61 università, 7 centri congressuali e 3 centri espositivi per una capacità totale di 30.000 posti; 112.000 i posti letto in 222 hotel a 5/4 stelle con ampie sale riunioni, 3 gli aeroporti internazionali" . Altra meta top "Antalya, una delle principali destinazioni del Mice, grazie all'Antalya Convention Bureau". Tra le sedi congressuali più importanti il Glass Pyramid Exhibition and Convention Center. Il distretto di Antalya ha più di 275 hotel a 5 stelle e i suoi alberghi di lusso possono ospitare oltre 50.000 delegati. "La città - rammenta la manager - ha ospitato il G20 nel 2015". Ma il ritorno dell'Egitto è considerato un pericolo? "No, perché proponiamo prodotti diversi. In più è un bene che dopo un periodo in cui i turisti preferivano stare all'interno dei loro Paesi, abbiano ricominciato a viaggiare".

Fonte = GUIDA VIAGGI 13/05/19