Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Riggio vuole più attenzione, sicurezza e cultura negli scali italiani

Riggio vuole più attenzione, sicurezza e cultura negli scali italiani

22 Dicembre 2015

In vista delle festività natalizie il presidente dell’Enac Vito Riggio ha convocato i responsabili degli aeroporti. La riunione è stata l’occasione per ribadire la raccomandazione a tutti gli operatori affinché assicurino un servizio efficace per regolarità, qualità e operatività durante il periodo festivo, mettendo in campo tutte le risorse umane e i mezzi a disposizione.

Il presidente, inoltre, ha aggiornato gli operatori sulla riunione del Cisa che si è tenuta l’11 dicembre scorso, convocata per un confronto sull’incremento dei controlli di sicurezza alla luce dei recenti attacchi terroristici. Sul tema, Riggio ha invitato tutti i responsabili degli scali a continuare a mantenere sempre alta l’attenzione per garantire elevati livelli di security coniugati, il più possibile, all’efficienza dei servizi per i passeggeri.

Infine, ha proposto che nel corso dell’anno giubilare appena iniziato, vengano organizzate negli aeroporti italiani iniziative di arte e cultura che richiamino il tema della Misericordia. Per questo motivo, nei prossimi mesi, con il coinvolgimento del ministro delle Infrastrutture e del Trasporti Graziano Delrio e del ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, verrà organizzato un incontro ad hoc per la presentazione di un calendario di iniziative.

Ma l’incontro è servito anche per fare il punto sulle opere e sull'attuazione del piano degli investimenti. Dall’avvio nel 2014 dell’attività di valutazione dei piani di intervento, l’Enac ha approvato, ad oggi, la quasi totalità degli stessi, per oltre il 90% dell’importo delle opere previste nel periodo 2016-2019. L’importo complessivo delle opere previste nei piani quadriennali per il periodo 2016–2019, per gli aeroporti in regime ordinario, ammonta a circa 1,2 miliardi di euro di cui circa 880 milioni previsti in autofinanziamento da parte dei gestori aeroportuali.

La realizzazione delle opere, che verrà costantemente controllata dall’Enac attraverso il proprio sistema di monitoraggio degli interventi aeroportuali, oltre a garantire il raggiungimento ed il mantenimento di adeguati livelli di safety, security e di qualità dei servizi negli scali nazionali, genererà anche ricadute positive in termini socio-economici su tutto il Paese e sui livelli di mobilità dei passeggeri.  - TravelnoStop.com