Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Prospettive di crescita. L'Enit rilancia sul 2014

Prospettive di crescita. L'Enit rilancia sul 2014

28 Gennaio 2014

Dal sondaggio emerge, infatti, che il 71 per cento degli operatori stranieri stima un incremento delle vendite, il 25 afferma che rimarranno stabili e appena il 4 sostiene che saranno in diminuzione rispetto al 2013. In sostanza, un 96 per cento degli operatori intervistati stima un andamento positivo. Le aspettative di crescita delle vendite nel 2014 sono maggiormente diffuse tra i t.o. di oltreoceano (76 per cento) rispetto agli operatori europei (67 per cento). Tra le due macroaree, le aspettative di stabilità sono invece più estese per gli operatori europei: le difficoltà economiche di diversi Paesi suggeriscono ai t.o. un ottimismo più cauto.

Il Vecchio Continente

Fra i mercati europei, a prevedere l'aumento più significativo dei viaggi nel nostro Paese il Regno Unito, il Portogallo, l'Olanda, la Russia e l'Ungheria. Anche le previsioni da parte degli operatori tedeschi indicano dati in crescita. A favorire i flussi turistici verso la Penisola, non solo un'offerta più ampia nei cataloghi, ma anche l'incremento dei collegamenti aerei diretti. Per la prossima estate sono infatti in programma, per Roma, cinque voli da Berlino e sette da Monaco di Baviera.

Nonostante il turismo organizzato rappresenti soltanto il 20 per cento dei viaggi degli austriaci nel nostro Paese, anche qui i tour operator prevedono di incrementare la domanda verso l'Italia. Gli operatori, infatti, risultano essere sempre più interessati all'offerta di novità in grado di stimolare la curiosità dei clienti. Tra le destinazioni la Puglia, ma anche la Sardegna, l'Isola d'Elba e la Toscana.

Dopo anni di persistenti difficoltà economiche, previsioni ottimistiche per la stagione 2014 arrivano anche dalla Spagna. Le percentuali di crescita stimate si attestano dal 2 al 4 per cento, e dall'8 al 12 per cento tra gli operatori principali per la nostra destinazione. A favorire l'incremento dei flussi spagnoli verso casa nostra, anche l'aumento dei collegamenti aerei da parte della compagnia low cost Vueling. L'avvio di maggiori collegamenti verso il Belpaese è previsto anche dalla Russia, dove nove operatori su dieci si aspettano di incrementare le vendite della destinazione Italia. Tra le novità, il volo di linea Mosca-Torino di Livingston.

Previsioni di vendita ottimistiche anche per gli operatori dell'Ungheria. L'80 per cento di loro stima, infatti, un aumento delle prenotazioni per l'anno appena iniziato. Tra i prodotti turistici del nostro Paese maggiormente richiesti, i circuiti culturali nelle città d'arte e le località balneari. In linea con il resto d'Europa, anche i tour operator della Repubblica Ceca nutrono buone aspettative per la nuova stagione e anticipano aumenti significativi dei flussi nelle località balneari dell'Adriatico e presso il lago di Garda. Sono inoltre previsti viaggi per gruppi con i maggiori bus operator. Le previsioni di vendita dei mercati europei sull'Italia fanno dunque ben sperare in un'ottima annata.

Previsioni sul lungo raggio

A confermarlo ulteriormente anche i dati relativi ai Paesi oltreoceano, che sono quelli dai quali ci si attende la spinta maggiore alla crescita. Alla guida di questi, fra i mercati più ottimisti, la Corea del Sud, gli Emirati Arabi, la Cina e il Canada. Seguono gli Usa, l'India e l'Argentina. A prevedere, invece, diminuzioni nelle vendite soltanto alcuni t.o. del Giappone, dell'Australia e del Brasile. - Fonte: TTG Italia (di Sara Carè)