Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
La Croazia accelera verso il record di entrate valutarie

La Croazia accelera verso il record di entrate valutarie

29 Gennaio 2014

Una cifra imponente, che rappresenta un incremento di 4,7 punti percentuali rispetto all'anno precedente e deriva non solo dalle spese degli europei, ma anche dall'incremento dei flussi turistici provenienti da Cina e America. "Se i risultati di fine anno confermeranno le previsioni - dichiara il ministro del Turismo Darko Lorencin - per la prima volta dal 2008 arriveremo a superare i 7 miliardi di euro".

Per quanto riguarda gli arrivi complessivi, i dati del ministero parlano di 12,4 milioni di unità, pari al 5,5 per cento in più rispetto al 2012, mentre i pernottamenti sono saliti a quota 72,1 milioni, aumentando del 4,1 per cento rispetto al 2012. I turisti stranieri sono stati 11,1 milioni, con un totale di 65,6 milioni di pernottamenti e incrementi rispettivamente del 6 e del 5 per cento sul 2012. Particolarmente incoraggiante il dato riguardante i periodi di bassa stagione, ossia quelli da gennaio a giugno e da settembre a dicembre: in questi mesi gli arrivi sono stati 240mila in più rispetto all'anno precedente e i pernottamenti quasi 1,3 milioni in più.

"La maggior parte dei turisti internazionali - sottolinea ancora Lorencin - proviene dal mercato tedesco, che ha fatto registrare un rialzo di 4 punti percentuali sul 2012, seguito da Slovenia, Austria, Repubblica Ceca e Italia". Ma a segnare la progressione maggiore sono stati bacini a lungo raggio come Stati Uniti, Brasile, Argentina, Canada e Cina, con incrementi che, in certi casi, hanno superato il 30 per cento. All'opposto da segnalare il netto calo dei russi, a meno 20 per cento sul 2012.

Tra le misure annunciate dal ministro per quest'anno, la privatizzazione di cinque imprese turistiche di proprietà statale, l'acquisizione di altre sette da partner strategici e la creazione di nuovi prodotti per attirare i flussi turistici durante la bassa stagione. "Il ministero e il National Tourist Board - dice - rafforzeranno al massimo la cooperazione con il settore privato per aumentare gli investimenti promozionali all'estero: un presupposto fondamentale per rafforzarci sui mercati internazionali". - Fonte: TTG Italia sito web