Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
La chiave della competitività turistica secondo i leader del settore

La chiave della competitività turistica secondo i leader del settore

03 Aprile 2019

Generare condizioni più favorevoli per attrarre turisti, lavorare con le amministrazioni pubbliche e la tecnologia come alleati, offrire servizi di qualità ed mettere in atto azioni trasversali

 

Generare condizioni più favorevoli per attrarre turisti, lavorare con le amministrazioni pubbliche e la tecnologia come alleati, offrire servizi di qualità ed mettere in atto azioni trasversali, migliorare l'offerta alberghiera e la connettività aerea e scommettere su prodotti turistici sostenibili come l'ecoturismo e la natura e, in particolare, il turismo sociale: sono queste alcune delle chiavi emerse durante un incontro di leader del settore sulla competitività del turismocomparto che contribuisce al 10,4% del Pil mondiale e a 1 su 10 posti di lavoro sul pianeta.

Una trentina di ministri e segretari di turismo provenienti da 20 Paesi e rappresentanti di aziende leader del settore turistico hanno, infatti, tenuto questo martedì a Siviglia un incontro sulla competitività del settore turistico, nel quale hanno condiviso le buone pratiche e le iniziative di miglioramento nel turismo volte a consentire una crescita sostenibile a lungo termine, nel quadro del Wttc Global Summit in calendario in questi giorni.

Nel corso della riunione, che è stata presentata da Tania Beckett (Bbc), erano presenti, tra gli altri, i ministri e segretari di Stato per il Turismo degli Stati Uniti, Argentina, Cile, Grecia, Egitto, Bulgaria, Kenya, Slovenia, Oman, Bermuda, Perù, Cambogia, Arabia Saudita, Colombia, Italia, Giappone. Hanno preso parte anche amministratori delegati e presidenti di aziende leader nel mercato turistico globale come Expedia, Royal Caribbean o Dufry.

Gloria Guevara, presidente del Wttc, ha evidenziato la crescente importanza del turismo per la popolazione, "uno strumento di coesione sociale necessario per lavorare con le amministrazioni pubbliche e la tecnologia come alleati ".

Il Segretario di Stato Oliver ha sottolineato l'importanza di mettere in atto politiche in questo senso "in modo che le generazioni attuali e future possano trarne vantaggio, con gli strumenti che le nuove tecnologie ci danno per realizzarlo".

Il ministro del Turismo della Bulgaria, Nikolina Angelkova, ha sottolineato "la forte crescita del turismo nel paese, del 31%, l'impegno per il turismo culturale e d'avventura e il lavoro del governo per generare condizioni ancora più favorevoli per attirare i turisti" .

Elena Kountoura, ministro del Turismo della Grecia, ha sottolineato l'importanza strategica del turismo in Grecia "che genera 1 su 5 posti di lavoro, produce il 53% in più di entrate rispetto agli anni precedenti e che prevede più di 400 progetti di hotel a 5 stelle".

Eva Štravs Podlogar, segretario di Stato del ministero dello Sviluppo Economico e Tecnologico della Slovenia, ha spiegato la recente promozione nel paese del turismo verde, ecologico e della salute, mentre il suo omologo in Argentina, José Gustavo Santos, ha riferito che il Paese è diventato la prima destinazione turistica in Sud America "per cui è stato fondamentale il rafforzamento della connettività aerea e una maggiore offerta turistica della natura".

Mónica Zalaquett, sottosegretario al Turismo del Cile, ha riportato le tre chiavi che hanno portato il suo Paese a passare da 2 milioni di visitatori a 6 milioni nel 2018: "Promozione del turismo sociale, servizi di qualità attraverso il capitale umano e azioni trasversale con altri ministeri".

 

Fonte = GUIDA VIAGGI  03/04/19