Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
GUIDA VIAGGI - Visit Usa, Francesco Paradisi è il nuovo presidente

GUIDA VIAGGI - Visit Usa, Francesco Paradisi è il nuovo presidente

11 Dicembre 2020
Il manager di Ncl succede al compianto Massimo Loquenzi. Ivana Di Stasio vice. Tra le priorità, "più dialogo con realtà come Astoi e Fiavet". Annunciate le date dello showcase virtuale, dall'1 al 5 marzo

E’ Francesco Paradisi, manager di Norwegian Cruise Line, il nuovo presidente dell’associazione Visit Usa Italia. L’assemblea di oggi pomeriggio – la prima dopo la morte del compianto Massimo Loquenzi, più volte ricordato con affetto nel corso della riunione – ha infatti ratificato la decisione con votazione palese, dando mandato al già vicepresidente di dirigere il nuovo board.

Le priorità
“Massimo Loquenzi – ha esordito Paradisi – ci ha lasciato un tracciato da percorrere: l’obiettivo è dare sempre più forza all'associazione, nei confronti del trade – e in tal senso dobbiamo puntare a un dialogo sempre più stretto con realtà come Astoi e Fiavet, che sono state lontane in altri momenti – ma anche del singolo turista, con modalità sempre più dinamiche”.

Il nuovo board
Quanto alla mission di Visit Usa, Paradisi ha ricordato che “il suo ruolo deve essere quello di un acceleratore di business per gli associati” e ha espresso soddisfazione per “la ritrovata collaborazione con Brand Usa”. Paradisi collaborerà con Ivana Di Stasio (I Viaggi del Delfino) come vicepresidente, Monica Mocellini (Giver) nel ruolo di tesoriere e Nicolò Sessa (American Airlines) allo Sviluppo progetti trade. Mia Hezi (Aviareps), Damien Tamburo (America World) ed Eleonora Leccardi (Best Western) completano il nuovo board.

Voce del verbo ripartire: lo showcase 2021
All’assemblea è intervenuta anche Tanya Cole, console commerciale Uscs, che ha sottolineato l’importanza degli operatori nel riconnettere Italia e Stati Uniti dopo il lungo fermo, sottolineando come “il Governo federale è pronto a supportare la ripartenza del turismo”.

Quanto allo stato dell'arte del travel tra Italia e Usa, “è difficile fare un market update – ha spiegato Luisa Salomoni, Us commercial service - in un anno che ha visto gli arrivi italiani negli Usa calare ben oltre l’80%, e con l’attuale necessità di visto e quarantena. In tal senso speriamo nei vaccini, che daranno certamente un input al settore, ed è positivo l’esordio del volo Covid-free di Alitalia tra Roma e New York”. E poi c'è lo showcase 2021: Salomoni ha spiegato che “sarà dal 1 al 5 marzo, naturalmente in formato digitale, con stanze virtuali per gli appuntamenti individuali e quattro diversi momenti dedicati agli adv”. g.m.

Fonte = GUIDA VIAGGI 11/12/20