Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TURISMO D'ITALIA -  Minibond per imprese solide

TURISMO D'ITALIA - Minibond per imprese solide

24 Ottobre 2020

Proposta congiunta a Cdp di Federalberghi e altre Associazioni di categoria per uno strumento finanziario che allontani dagli alberghi in crisi lo spettro della cessione

Federalberghi, unitamente a Astoi, Fto e Federterme, ha inviato una proposta a Cassa Depositi e Prestiti e Mibact, per il varo di uno strumento finanziario di lungo periodo a supporto del rilancio degli alberghi italiani. Le associazioni di categoria rappresentative dei settori alberghiero, turistico e termale propongono il lancio di un programma di Minibond da parte di aziende turistiche che abbiano fondamentali patrimoniali solidi. I Minibond, di durata di almeno 25 anni e con tasso ridotto, devono essere finalizzati ad azioni di rilancio di medio- lungo periodo. Cdp, tramite un fondo immobiliare, sottoscriverebbe i bond consentendo agli imprenditori di restare in possesso della propria azienda, senza cadere preda di necessità di cessione a soggetti speculativi. "La Cdp, anche su spinta del Governo, del Parlamento e delle Associazioni, ha varato un interessante e utile strumento finanziario per sostenere il settore - ha dichiarato Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi -. Siamo lieti di questa azione, ed è importantissimo che il nuovo Fondo Nazionale Turismo scelga metodologie e linee di investimento realmente produttive e a sostegno di imprese sane". Le stesse imprese di settore sottolineano - attraverso nota congiunta - come la situazione sia drammatica, e come, nel settore alberghiero, a tentativi di aperture si susseguano chiusure, tranne che in poche località. Per questo un bond venticinquennale darebbe respiro e stabilità alle aziende turistiche. È visione condivisa dai massimi rappresentanti delle quattro associazioni di categoria che la proposta di far sottoscrivere bond a Cassa Depositi e Prestiti a supporto del sistema turistico italiano, sarebbe, "oltre che di grande interesse e attualità, anche un bel segnale per l'economia, e vi potrebbero aderire altre istituzioni, quali Bei e Regioni", come ha rimarcato Elisabetta Fabbri, presidente e a.d. Starhotels. Inoltre, il bond "può essere garantito da asset immobiliari - ha aggiunto Massimo Caputi, presidente Federterme -, senza aggravare Cdp di investimento diretto in immobili".

Fonte = TURISMO D'ITALIA 24/10/20