Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG - Turismo messo alla prova: è il momento del coraggio

TTG - Turismo messo alla prova: è il momento del coraggio

09 Marzo 2020

Il settore sta trovando la forza di reagire a un evento che rischia di mettere in seria difficoltà l'intera filiera dei viaggi: le iniziative a supporto del comparto  
  

Siamo nel mezzo della tempesta, ma sappiamo che passerà. Per questo abbiamo deciso di non smettere di investire sui nostri piani di crescita, perché quando ripartirà il business, saremo pronti e saremo più attrezzati di prima. E così anche voi". Richard Fain , chairman e ceo di Royal Caribbean Cruises , si rivolge così alle agenzie di viaggi, in un videomessaggio con il quale invita tutti a resistere, senza panico, a questo momento di emergenza. Il messaggio che sta passando in questi giorni, fra i più difficili che il mercato dei viaggi mondiale sta attraversando, è proprio questo: nessun panico e puntare dritti sulla ripartenza. Facile a dirsi, meno facile a farsi, dicono da dietro i banconi delle agenzie, tempestate da richieste di cancellazione o annullamento e con le prenotazioni bloccate. Ma il messaggio sta iniziando a tradursi nei fatti.
LE ATTIVITÀ IMMEDIATE Dopo i primi momenti di confusione, che hanno creato non pochi problemi nella gestione dell'emergenza e messo le agenzie in prima linea, si sono visti i primi interventi dei t.o. A riconoscere ai dettaglianti una grande capacità di reazione è Marco Peci , direttore commerciale di Quality Group : "Ringraziamo per lo straordinario lavoro che stanno facendo tutti gli agenti di viaggi italiani, che stanno dimostrando ancora una volta l'eccezionale capacità di gestione di situazioni complesse che la nostra filiera offre ai consumatori" dice. Per quanto riguarda le policy di cancellazione, una linea comune è stata dettata da Astoi: i residenti nelle 'aree rosse' hanno diritto alla restituzione degli interi importi versati e così pure per i clienti che hanno prenotato un viaggio verso mete che neghino l'accesso ai cittadini italiani.
IL VOUCHER A chiarire ulteriormente la questione rimborsi è intervenuto anche il Governo, che nel decreto rilasciato nei giorni scorsi ha sottolineato come sia di fatto impossibile usufruire della prestazione per i soggetti in quarantena, i residenti nella zona rossa, i cittadini risultati positivi al Covid-19, chi avesse prenotato un viaggio per uno dei comuni della zona rossa, chi avesse programmato la partecipazione a manifestazioni annullate o rinviate a causa dei provvedimenti riguardanti il coronavirus e chi ha prenotato un viaggio in uno Stato dove sia impedito l'arrivo. Agli organizzatori, dice il decreto, è data la possibilità di rimborsare il viaggio non solo in maniera pecuniaria, ma anche proponendo un pacchetto sostitutivo di importo uguale o superiore o emettendo un voucher da utilizzare entro un anno, di importo pari al rimborso.
A SOSTEGNO DEL BOOKING "La situazione però è estremamente fluida" ricorda Massimo Broccoli , direttore commerciale di Veratour ; gli operatori si stanno attrezzando allora anche per fornire un supporto alle prenotazioni future. Ad aprire le porte per primo è stato Nicolaus , che ha concesso a chi prenotava entro fine febbraio la copertura assicurativa contro l'annullamento o la modifica del viaggio a titolo gratuito. Settemari ha lanciato la 'Vacanza Zero Penali' per prenotazioni fino al 16 marzo, che consente di annullare gratuitamente e per qualsiasi motivo la propria prenotazione fino a 24 ore prima della partenza. L'impegno del tour operator è destinato alle agenzie perché, spiega Ezio Birondi , a.d. dell'operatore, "in caso di annullamento l'eventuale penale è interamente a carico di Settemari e non comporta alcun impegno economico da parte delle agenzie o dei clienti". Karisma Travelnet propone l'iniziativa di cancellazione senza penali fino a 7 giorni prima della partenza. "Tutti ci auguriamo che questo periodo duri ancora poco e che la gente ritrovi l'animo e la fiducia per prenotare una vacanza" dice Luca Manchi , titolare del t.o. Medesima linea per Ota Viaggi , che lancia l'annullamento senza penali fino a 20 giorni prima della partenza. Si chiama 'Io Prenoto' la campagna di incentivazione per trasmettere un messaggio di tranquillità a un mercato spaventato dall'impatto del coronavirus. "Come operatori non possiamo fermarci, dobbiamo impegnarci a trovare soluzioni valide per superare questa fase complicata" conclude il direttore commerciale Massimo Diana .
LE MISURE DEL GOVERNO In attesa di un secondo decreto, che dovrebbe aggiungere ulteriori misure a favore delle imprese, il Governo ha per ora sdoganato un provvedimento che prevede la sospensione dei contributi, la cassa integrazione in deroga e un fondo di garanzia per le Pmi dei comuni in 'zona rossa', oltre alle regole per i rimborsi già citate. Misure non sufficienti, ma sono un inizio. LE PREVISIONI FUTURE A incaricarsi di guardare nella sfera di cristallo sono due big player del mondo dell'aviazione, Michael O'Leary e Willy Walsh , rispettivamente ceo di Ryanair e ceo di Iag . Secondo i due manager, per l'inizio di aprile la situazione dovrebbe normalizzarsi, salvando così le vacanze di Pasqua. E Johan Lundgren , ceo di easyJet , sottolinea come, nonostante l'emergenza di questi giorni sulla Penisola e gli inevitabili tagli alle frequenze o alle rotte, il vettore non voglia mollare la presa su uno dei mercati su cui ha sempre puntato forte: "L'Italia è per noi, da sempre, un core market su cui continueremo a investire". Italia da scoprire Una delle principali iniziative che stanno incominciando a farsi strada nel comparto alla luce dell'emergenza è quella di invitare gli italiani a scegliere un viaggio all'interno dei confini nazionali. Secondo HomeToGo, motore di ricerca per case vacanza, stanno aumentando in questi giorni le richieste di informazione per destinazioni domestiche, con una predilezione per i piccoli centri.

 Fonte = TTG ITALIA 09/03/20