Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG ITALIA - Viaggi negli Stati Uniti: chiarimenti sul warning

TTG ITALIA - Viaggi negli Stati Uniti: chiarimenti sul warning

05 Marzo 2020

Warning che a volte confondono e gettano nello scompiglio l’intero settore. Questa volta è stato il caso degli Stati Uniti, che da stamane hanno modificato le indicazioni per quanto riguarda i turisti in arrivo dall’Italia. La notizia ha richiesto l’intervento delle associazioni di categoria per decifrare esattamente le nuove procedure di accesso.
Le nuove disposizioni
Tra voli cancellati e nuove disposizioni si rischia di non avere più il polso della situazione. Ma Astoi nella mattinata si è immediatamente attivata e al momento tutto appare più chiaro.
Per il direttore generale di Astoi Flavia Franceschini, “la direttiva è cambiata questa notte. Sui voli in arrivo dall’Italia faranno controlli alla frontiera Usa. Chi risulta positivo al virus va in quarantena come sempre, ma anche ai passeggeri asintomatici viene richiesta la quarantena domiciliare volontaria. Sottolineo volontaria”.

I dubbi irrisolti

Viene da chiedersi dove si potrà svolgere il periodo di quarantena, perché al momento la confusione è ancora tanta. Intanto i tour operator italiani stanno invitando i passeggeri a rinviare il viaggio negli Usa. Ora si apre la lunga diatriba sul rimborso con le compagnie aeree e con i fornitori alberghieri al centro del caso.

“Noi t.o. forniamo un credito o voucher ai clienti diretti negli Usa che decidono di non partire – aggiunge Franceschini –. Ma siamo una parte debole della catena, perché di fronte a cancellazioni di voli o di rimpatri come succede in queste ore dobbiamo mettere mano alla cassa”. Salvo poi aprire un lungo iter per capire se (mai ? n.d.r) sarà possibile il rimborso di certe attività”. In mezzo a tutto questo un certo scollamento dell’attività diplomatica all’estero, che non sta funzionando nel migliore dei modi.

Fonte = TTG ITALIA 05/03/20