Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG Italia sito web - 'Un 2013 complesso'. La verità di Filippetti

TTG Italia sito web - 'Un 2013 complesso'. La verità di Filippetti

17 Dicembre 2013


Gioco d'anticipo, riorganizzazione aziendale e contenimento dei costi già iniziato nel 2012.

Con queste armi Eden Viaggi ha superato la sfida di un 2013 che lo stesso presidente Nardo Filippetti definisce "un anno complesso, anche per il turismo". Così il t.o. chiude con un fatturato 2013 di 293 milioni di euro, in calo rispetto ai 353 milioni del 2012, ma con un Ebitda positivo e con la stessa quota di market share.

Filippetti traccia un primo bilancio e tira le somme dell esercizio commerciale appena concluso per il tour operator pesarese.

Nel suo ruolo di presidente Astoi, la visione di quest'anno è articolata e complessa. Secondo le ricerche di mercato, infatti, è ancora in calo il giro d'affari del turismo organizzato in Italia, che dal 2006 al 2012 ha perso circa 2 miliardi. Un collasso reso più profondo quest anno dallo sconsiglio diramato dalla Farnesina il 16 agosto, e mantenuto fino al 15 novembre, che, secondo Astoi Confindustria Viaggi, è costato 80 milioni di euro agli operatori.

Malgrado questo, Eden ha tenuto sui margini, rinunciando a una fetta di volumi.

"Il nostro obiettivo,  sottolinea Filippetti -, era quello di mantenere la quota di mercato. Senza la questione Egitto avremmo potuto chiudere l anno migliorando anche le previsioni di fatturato, ma abbiamo agito con lungimiranza e abbiamo optato per una riduzione dei volumi, riuscendo ad ottenere un Ebitda ampiamente positivo, superiore a quello dello scorso anno, e mantenendo la stessa quota di market share".

Prevedendo una sostanziale contrazione del mercato, il t.o. ha scelto di ridurre gli impegni sulla programmazione e, di conseguenza, il proprio fatturato. Seguendo la filosofia "più qualità e meno quantità", Eden Viaggi chiude l anno in linea con il budget previsto, con un risultato di bilancio positivo.

"Un risultato  conclude Filippetti - che consideriamo ottimale in un settore che ha perso il 19 per cento in un anno".