Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG Italia - Le associazioni di schierano.  Giorni decisivi per reagire

TTG Italia - Le associazioni di schierano.  Giorni decisivi per reagire

29 Ottobre 2013


Astoi e Federviaggio fissano gli obiettivi di mercato da raggiungere in breve tempo

Compatti e reattivi. Gli operatori delle associazioni di categoria cercano e vogliono la coesione come arma per avere la meglio sulle difficoltà del mercato. E soprattutto dare il via, finalmente, a una ripartenza attesa da troppo tempo.

"TTG Incontri è sempre un'ottima occasione per dare dimostrazione dell'unità degli operatori di Astoi in quello che è l'appuntamento più importante della stagione": Nardo Filippetti è tra i protagonisti della manifestazione dove si misurano e si dosano le forze del comparto, dove si lavora insieme per dare un futuro al business dell'industria dei viaggi.

È il momento di fare un bilancio dell'anno, sono i giorni cruciali in cui "si testa il grado di reazione di noi operatori a un'annata non semplice", ricorda il presidente dell'associazione dei t.o. di Confindustria. Filippetti parla da capitano di una squadra che sta chiudendo un 2013 vissuto in trincea e che si prepara a scendere in campo per giocare la partita 2014 con l'adrenalina in corpo.

Tutti ai blocchi di partenza anche in Federviaggio, che a TTG Incontri ha radunato gli associati sotto il proprio vessillo. E Luca Patanè, il pragmatico presidente, studia la situazione e tasta il polso a fatti e persone. "È ancora presto per parlare di previsioni e pronosticare numeri - dice -, ma siamo sicuri che andrà bene. Siamo ottimisti". Un ottimismo che vuole trasmettere agli associati. Toni meno entusiastici invece verso la nuova Legge di Stabilità: "Di turismo - accusa lapidario il presidente di Federviaggio - non se ne parla mai, e i 50 milioni di euro per il settore sono una mancia". Ma la sua attenzione rimane comunque puntata su questioni operative, le più urgenti per la categoria. Il tempo è denaro.

Così come è denaro la questione Egitto... Tutti concordano, tra gli stand delle due associazioni, sul fatto che la destinazione debba ripartire senza indugi. "È urgente che si prendano decisioni - dice Filippetti -. Chiediamo al Ministero degli Esteri che tolga lo sconsiglio, mentre all'Egitto chiediamo che ci venga incontro". - di Silvana Piana

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=2771|target=s}