Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
QUOTIDIANO DI PUGLIA - Bonus vacanze al via tra le polemiche Ma in 12 ore erogati 110mila buoni

QUOTIDIANO DI PUGLIA - Bonus vacanze al via tra le polemiche Ma in 12 ore erogati 110mila buoni

02 Luglio 2020

È il giorno del Bonus vacanza, tra polemiche e tiepide reazioni. Da ieri è possibile richiedere e utilizzare l'incentivo al viaggio varato dal Governo a sostegno della filiera turistica e delle famiglie. Nella prima giornata, secondo le dichiarazioni del Ministro della cultura e turismo Dario Franceschini, in circa 12 ore sono stati erogati oltre 110mila buoni per altrettanti nuclei familiari.
Il provvedimento, inserito nel decreto Rilancio, che mette a disposizione 2,4 miliardi di fondi per la ripartenza del settore è stato accolto però tra numerose perplessità, sollevate dalla associazioni di categoria e da molti operatori. Fino al 31 dicembre potranno usufruirne le famiglie con Isee entro i 40 mila euro, utilizzandolo, in forma di sconto, per saldare un soggiorno presso strutture ricettive come alberghi, b&b o campeggi in Italia. Per ottenerlo occorre scaricare l'app IO, dedicata ai servizi pubblici, a cui si accede attraverso l'identità digitale Spid o con carta d'identità digitale: il sistema dopo la registrazione e l'inserimento dei dati genera un codice qrcode da presentare alle strutture.
L'80% della somma concessa, in base al numero dei componenti del nucleo familiare, si traduce in uno sconto immediato, il resto sarà fruibile in un secondo momento come detrazione con la dichiarazione dei redditi dell'anno successivo. Le richieste negli ultimi giorni si sono moltiplicate; i telefoni e le caselle di posta elettronica di strutture ricettive, agenzie e tour operator sono piene di domande riguardanti la possibilità di utilizzare il Bonus. Ma se dal lato del cittadino questa misura è stata accolta con entusiasmo, lo stesso non è per le aziende che potranno utilizzare le somme derivanti solo come credito di imposta e che ancora ad oggi non hanno indicazioni precise sulle modalità di utilizzo.
«Concettualmente è uno strumento che ha buone potenzialità», commenta Cosimo Ranieri, presidente della sezione turismo di Confindustria Bari. «Ma è stato strutturato male e temiamo che così come è non possa essere utilizzato al meglio. Il primo dubbio riguarda il fatto che la platea a cui è destinato non sia alto-spendente e probabilmente si tratta proprio di quel ceto medio che in questa fase post covid sta riscontrando maggiori difficoltà finanziarie. Tra chi è stato in cassa integrazione per diversi mesi, chi ha chiuso le attività lavorative ed ora fa fatica a muoversi, chi non ha più ferie a disposizione. Considerato che una vacanza non comprende solo il soggiorno è probabile che in tanti sceglieranno di utilizzarlo per strutture a basso costo in modo da poter coprire tutto il pacchetto di pernottamento». Al momento, inoltre, pare che poche strutture ricettive, in particolare alberghiere, abbiano deciso di accettare questo Bonus, altre si stanno orientando ad accettarlo con delle limitazioni, a fronte ad esempio di una copertura di metà o di un terzo dell'importo totale. «Ci auguriamo di essere smentiti - prosegue Ranieri - e che in tanti ne facciano utilizzo anche presso alberghi e strutture importanti. È presto per dire qualsiasi cosa, ora va fatta una buona propaganda diffondendo anche le norme applicative e poi dopo un monitoraggio di una decina di giorni potremo dire di più». Scontenti del tutto invece gli agenti di viaggio e i tour operator. Il bonus vacanza deve essere utilizzato direttamente presso le aziende ricettive e non attraverso intermediari. Le principali associazioni di categoria sono
Astoi Confindustria Viaggi e la Federazione del Turismo Organizzato (Fto), aderente a Confcommercio, sono state ascoltate ieri dal ministro Franceschini al quale hanno espresso il proprio disappunto. Lo scorso 25 giugno avevano inviato una lettera di chiarimenti ad Agenzia delle Entrate, affinché fossero risolti alcuni dubbi in modo da consentire ai consumatori di avvalersi anche delle imprese della filiera del turismo organizzato (tour operator e agenzie di viaggi) per accedere al tax credit vacanze.

Fonte = QUOTIDIANO DI PUGLIA 02/07/20