Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Natale e Capodanno, prenotazioni in crescita del 13%

Natale e Capodanno, prenotazioni in crescita del 13%

06 Dicembre 2019

ROMA - Crescono del 13% rispetto al 2018 le prenotazioni dei viaggi organizzati per le partenze di fine anno e aumenta il budget dedicato ai viaggi. Emerge dall'Osservatorio Astoi Confindustria Viaggi, l'associazione che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano, fornisce i dati dell'outgoing, ovvero il flusso di viaggiatori che dall'Italia parte per l'estero. Aumenta anche il valore medio delle pratiche: + 4% rispetto allo scorso anno, con una maggiore propensione verso il lusso. La durata media di viaggi e vacanze è di 8 giorni, che si riducono a 5 nel caso di Emirati Arabi ed Europa, e che salgono a 10 nel caso di tour in destinazioni intercontinentali. Circa il 50% delle prenotazioni è stato effettuato in advance booking, con ampio anticipo e riguarda persone di età fra 35 e i 70 anni. I single scelgono resort adults only e viaggi itineranti. La tendenza è di includere al momento della prenotazione esperienze particolari.

Durante le festività prevale la tendenza di viaggio in coppia o famiglia e si predilige meno il viaggio di gruppo.Chi sceglie invece di aggregarsi a un viaggio di gruppo, preferisce numeriche da 8/12 partecipanti. Quanto alle mete, gli italiani hanno prenotato viaggi quasi in tutti i continenti. Per il mare principalmente su Maldive, Caraibi, Thailandia, Zanzibar e Sud-est asiatico, con ampio gradimento anche per il vicino Mar Rosso egiziano. Molto gettonate Stati Uniti ed Emirati Arabi, con un certo interesse anche verso Nilo, Perù e Colombia. Parlando di capitali europee sono emersi due dati interessanti. Tengono Londra, Vienna e Praga, calano le città più note come ad esempio Berlino e Madrid, a favore di quelle russe e baltiche. Le destinazioni emergenti sono Tasmania, Filippine, Etiopia, Algeria ed Ecuador. Le destinazioni che hanno sofferto maggiormente sono state Cile (per la situazione politica), Messico e Kenya. "Non abbiamo ancora i dati definitivi - dice il presidente Astoi Confindustria Viaggi, Nardo Filippetti - ma il quadro è molto positivo: rileviamo infatti una crescita a doppia cifra rispetto al 2018 accompagnata da un lieve incremento nel valore medio dei pacchetti di viaggio, fattori che evidenziano una maggiore propensione alla spesa nel mondo del travel organizzato in generale, soprattutto da parte del segmento premium e lusso di clientela".

Fonte = ANSA VIAGGI ART.it 06/12/19