Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'UNIONE SARDA - I tour operator: il Governo non ci aiuta

L'UNIONE SARDA - I tour operator: il Governo non ci aiuta

11 Luglio 2020

«Da cinque mesi Astoi Confindustria Viaggi, in rappresentanza del comparto del tour operating. chiede al Mibact e al Governo interventi urgenti. Giunti quasi al termine dell' iter di conversione in legge del di Rilancio l'impressione è che non vi sia l'intenzione di salvaguardare un comparto le Somila famiglie che ci lavorano. Il più completo disinteresse per il turismo organizzato è evidente. Il settore non è fatto solo di alberghi e stabilimenti balneari. si tratta di una filiera complessa i cui attori contribuiscono nello stesso modo a muovere gli ingranaggi di una macchina che rappresenta il 13% del Pil nazionale - 232.2 miliardi di euro - ed è uno dei principali motori della nostra economia». Astoi Confindustria Viaggi, che chiede al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro Dario Franceschini «di agire subito». «Siamo in presenza del cosiddetto 'delitto perfetto". Da un lato nessun aiuto reale alle imprese del comparto, dall'altro si impedisce di fatto che queste imprese si salvino da sole riprendendo la propria attività, visto che. Italia a parte, i corridoi turistici rimangono chiusi e. per quelli aperti, viene disposta la quarantena al rientro. escludendo ogni reale possibilità di fruizione della vacanza in quei paesi». Chiedono un incremento del Fondo dedicato a tour operator e agenzie di viaggio: il prolungamento della cassa integrazione in deroga fino a dicembre 2020: il bonus vacanze esteso anche ai pacchetti turistici Italia e quindi utilizzabile direttamente da agenzie di viaggio e tour operator.

Fonte = CORRIERE DELL'UMBRIA 11/07/20