Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
IL QUOTIDIANO DEL SUD - L'ALTRAVOCE DELL'ITALIA - LA GIORNATA

IL QUOTIDIANO DEL SUD - L'ALTRAVOCE DELL'ITALIA - LA GIORNATA

28 Luglio 2020

Le imprese del turismo sono al collasso e a settembre prevedono chiusure e licenziamenti. Aidit Federturismo Confindustria, Assoviaggi Confesercenti, ASTOI Confindustria Viaggi e Fto Confcommercio, lanciano un ultimo SOS e chiedono che il Governo annunci pubblicamente cosa intende fare per evitare la chiusura di agenzie di viaggi e tour operator. In assenza di interventi, gli imprenditori sono pronti ad azioni di protesta. «Non c'è più tempo - sostengono le associazioni del settore turismo - A settembre ci sarà la resa dei conti: molte aziende hanno già previsto di chiudere, molte altre lo faranno sicuramente nei mesi successivi. Migliaia di lavoratori e di famiglie verranno messi sul lastrico, andando comunque a gravare sulle casse dello Stato. E ciò rende ancora più incomprensibile i mancati aiuti a questo comparto». In assenza di coinvolgimento e di aiuti concreti, le associazioni annunciamo che «il turismo organizzato non morirà nel silenzio e non accetterà questo destino senza reagire». Per questo, chiedono al Governo di «dare evidenza pubblica di ciò che intende fare per tour operator e agenzie di viaggi, anche con riferimento alle aziende sopra i 5 milioni di fatturato, che non hanno nemmeno beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all'art. 25 del DL Rilancio. La pazienza dimostrata fino ad oggi da imprese e lavoratori è stata ormai sostituita da indignazione e sconcerto». Aidit, Astoi Confindustria Viaggi, Assoviaggi e Fto «pretendono risposte urgenti. In difetto, «si renderanno promotrici di una protesta senza precedenti che coinvolgerà tutto il settore». «Quelle che a marzo erano solo previsioni fanno notare le associazioni del settore turismo ad inizio agosto sono divenuti dati certi che, nella loro crudezza, confermano decrementi che dovrebbero portare qualsiasi Governo a introdurre con urgenza ogni misura utile. Non si è perso solo il fatturato da marzo ad agosto, è a rischio quello di un intero anno».

Fonte = IL QUOTIDIANO DEL SUD L'ALTRAVOCE DELL'ITALIA 28/07/20