Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'AGENZIA DI VIAGGI - «Un'associazione unica Astoi -Fto»

L'AGENZIA DI VIAGGI - «Un'associazione unica Astoi -Fto»

22 Maggio 2019

«Vorrei che il turismo fosse libero, non intrappolato in istituzioni vecchie. È tempo di avere un'unica associazione turistica, anche fuori da Confcommercio e Confindustria». Parola di Luca Patanè ( nella foto ),   presidente del Gruppo Uvet e di Fto, dal palco della prima convention nazionale di Uvet Travel System a Carovigno (Br). Lo dice d'accordo con Nardo Filippetti, presidente Astoi, seduto al suo fianco durante il talk show. «Stiamo già provando a lavorare con Fto - conferma Filippetti, per il quale uno dei temi fondamentali è il ruolo in Europa - Vengono privilegiati i vari Thomas Cook, Tui, e l'Italia resta in secondo piano. Già riuscire a fare pressioni attraverso le associazioni sarebbe un passo importante». Gli fa eco Patanè: «Dovremmo essere presenti a Bruxelles con professionisti per far sì che provvedimenti come il Gdpr o la fattura elettronica non ci cadano addosso». Filippetti e Patanè concordano anche nella critica a uno Stato che continua a mettere in secondo piano il turismo e bacchettano le istituzioni. «Io privatizzerei tutto - affonda il presidente di Uvet - Abbiamo bisogno di velocità. L'Enit è un corpo estraneo, semi politico, quando invece servirebbe per fare una vera promozione».

Dai due presidenti arriva un segnale forte di comunione d'intenti, Patanè che sottolinea: «Io e Filippetti siamo d'accordo, ma sopra di noi? Dobbiamo essere tutti vicini, alberghi e mondo del turismo con un solo presidente».

 E i tempi di questo progetto? Un anno, secondo Luca Patanè, che però fa già dei distinguo. « Io vorrei una fusione tra Fto e Astoi. Con Fiavet non riusciamo a dialogare perché è vecchia, non funziona, è superata». C.C.

                                                                           

Fonte = L'AGENZIA DI VIAGGI 22/05/2019