Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
IL MATTINO - «Cancellazioni e rimborsi brancoliamo nel buio»

IL MATTINO - «Cancellazioni e rimborsi brancoliamo nel buio»

06 Aprile 2020


Anche gli agenti di viaggio stanno vivendo un momento di grande disagio. «La categoria di professionisti del turismo, un settore che rappresenta il 13% del Pil, è stata dimenticata dallo Stato dice Michele Trezza - per questo motivo è stato creato l'hashtag #ilturismosostienelitalia ed è ora che l'Italia sostenga il turismo. Attraverso una pagina Facebook abbiamo creato il gruppo Non smetteremo di viaggiare che al momento conta circa 7mila agenzie d'Italia per far sentire la nostra voce». Per la categoria è davvero un momento difficile, come tanti, come tutti. Anche Michele è a casa e tanta di lavorare in smart working ma la sua professione, attualmente, è ferma. «A livello imprenditoriale siamo stati i primi ad essere investiti dal Covid-19, buttando all'aria almeno sei mesi di lavoro prosegue - dovendo cancellare ieri tutte le partenze di marzo e aprile e oggi quelle di maggio e chissà di quanti altri mesi ancora. Contemporaneamente dobbiamo far fronte ai vari rimborsi che giustamente i clienti ci chiedono, combattendo con i vari fornitori, tra i quali tour operator, compagnie aeree, strutture alberghiere ma non per questo ci tiriamo indietro». Gli agenti di viaggio in ginocchio però sono gli stessi che non molto tempo fa si sono dati un gran da fare. «Siamo riusciti a far rientrare tutti gli italiani che al momento della chiusura dello spazio aereo, si trovavano all'estero. Chiedevano aiuto alla Farnesina senza riscontro. Grazie ad
AstoiConfindustria Viaggi siamo riusciti a farli rientrare». Anche Trezza è tra gli agenti che si sono messi all'opera ed è riuscito nell'intento. «Nel mio piccolo, ho fatto in modo che i miei clienti tornassero dall'Egitto e dalla Spagna, tutto ciò il 19 marzo, in pieno periodo di quarantena, ovviamente secondo i criteri citati dal decreto». Un'operazione, quella a firma Mondo Trezza Travel, da non ritenersi scontata. «Coloro che avevano prenotato da soli il volo attraverso siti online hanno avuto grandi problemi. Molti di loro sono stati abbandonati a se stessi, il che, in una situazione di emergenza e paura non è proprio il massimo. Tanti alla fine si sono rivolti a noi e ci hanno implorato aiuto. Ovviamente non siamo eroi, gli eroi sono i medici, gli infermieri, la polizia di stato, i vigili del fuoco, ma siamo quella categoria imprenditoriale che, se non si è tirata indietro nel momento del bisogno è anche quella che più di tutti sta risentendo della chiusura a causa del Covid-19. Non sappiamo ripartirà effettivamente il nostro lavoro, non si potrà viaggiare normalmente, brancoliamo nel buio».

Fonte = IL MATTINO 06/04/20