Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giornale - Crociere e finanza. Il mercato crolla ma Foschi non affonda

Il Giornale - Crociere e finanza. Il mercato crolla ma Foschi non affonda

01 Marzo 2012

Dopo i due incidenti alle navi Costa, il settore delle crociere crolla e le prenotazioni si contraggono del 30%. Lo ha reso noto Roberto Corbella, presidente dell'Astoi (l'associazione dei tour operator italiani), che ha sottolineato che dopo il naufragio della Concordia  non c'è stato un numero significativo di cancellazioni .

Ma se il settore naviga in pessime acque, l'amministratore delegato della Costa, Pier Luigi Foschi, non rischia di affondare insieme alla compagnia, di proprietà del colosso americano Carnival. Il 28 dicembre scorso - un paio di settimane prima del naufragio del Giglio, Foschi, ha venduto circa 25mila azioni Carnival per un controvalore di oltre 800mila dollari. E il 20 febbraio scorso, con il titolo risalito dopo aver toccato il minimo, l'ad di Costa si libera prontamente di un altro pacchetto di titoli appena ricevuto gratuitamente quali stock option, realizzando altri 161mila dollari. Insomma, manager sfortunato ma finanziere abile.

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=1207|target=s}