Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Guida Viaggi - Iva sui pacchetti: la mossa Astoi

Guida Viaggi - Iva sui pacchetti: la mossa Astoi

07 Febbraio 2012

L'associazione chiederà lo scorporo della commissione

La teoria della redditività del prodotto Egitto è sempre stata un cavallo di battaglia del tour operating, mai contraddetta nemmeno dal contenuto valore medio delle pratiche, in quanto compensato dal forte flusso di viaggiatori e da una contrattazione favorevole a monte. Ma c'è un aspetto fiscale che non va trascurato. Le vendite Egitto non sono soggette ad Iva. Ne consegue che i t.o. che, a seguito della Primavera araba, hanno spostato parte degli impegni su altre destinazioni del bacino mediterraneo, hanno dovuto sopportare l'onere fiscale. Federico Gallo, direttore prodotto Settemari, spiega il fenomeno in questi termini: " In tempi normali il prodotto Egitto ha un'incidenza sulla base del nostro fatturato annuo attorno al 40%, mentre oggi pesa per il 20%, compensato da un trasferimento di allotment su destinazioni alternative come Grecia e Spagna, che nel bilancio 2011 ci hanno permesso di recuperare quasi totalmente le perdite sull'Egitto ".

Il carico sui ricavi

Dovendo indicare l'esborso aggiuntivo dovuto alla fiscalità, Gallo dichiara che " si può parlare di 2-3 punti di incidenza Iva sui ricavi ". Un dato che, in tempi favorevoli, rappresenta la marginalità media di un tour operator. Il fenomeno Iva va però ridimensionato, secondo il manager Settemari. " E' relativamente contenuto perché si applica su valori bassi. Poi si tratta di un discorso valido sulla carta, perché se da un lato è vero che il pacchetto Mar Rosso garantisce un maggior profitto, bisogna anche riconoscere che è soggetto ad un prezzo drogato, in quanto più sottoposto a promozioni rispetto a destinazioni percepite come più sicure e a più alto valore aggiunto come potrebbe essere il caso di Spagna o Grecia". Ne consegue che se si potesse agire in condizioni economiche serene le contromosse sarebbero belle e pronte: "Potremmo aumentare il mark up su Spagna e Grecia di uno o due punti per assorbire il costo Iva, ma non è così", vista la stagnazione di mercato. Al discorso si aggiunge un altro aspetto: l'Iva si paga sul prezzo di vendita ancorché soggetto a commissione da retribuire alle agenzie di viaggi. Su questo punto si sta muovendo Astoi-Confindustria con il suo gruppo di lavoro fiscale per sensibilizzare l'Agenzia delle Entrate, chiedendo lo scorporo della commissione dal calcolo.

Il trend attuale di vendita

"Attualmente, i dati che ci arrivano dai nostri associati sulla destinazione mostrano che sul Mar Rosso il calo delle vendite si attesta nell'ordine del 30% rispetto ai flussi che dovremmo fare registrare in quest'epoca - avverte Alberto Corti, direttore Federviaggio -. Tra l'altro, ci risulta che siano diminuite anche le presenze dei turisti russi ed inglesi e questo è un segnale indicativo di una situazione ancora difficile e bloccata". Positivo il segnale che arriva da Maurizio Montù , responsabile prodotto Egitto per la divisione Easy di Alpitour:  I dati dei mesi di gennaio e febbraio (sulla settimana di Carnevale siamo arrivati vicino ai 2.000 posti charter programmati sul Mar Rosso) ci fanno essere ottimisti circa le possibilità di ripresa della destinazione già dalla fine di questo inverno e per l'estate 2012". Sull'estate Easy ha potenziato la programmazione di Grecia, Turchia, Baleari ed anche le operazioni charter su Sud Italia e isole, "ove ci si attende una importante crescita della domanda. Al contempo anche la programmazione voli sull'Egitto (costa mediterranea e Mar Rosso) è stata incrementata in modo ambizioso e importanti investimenti sono stati fatti sull'offerta alberghiera". A questo proposito Montù cita l'apertura di un nuovo SeaClub 5 stelle a Marsa Matrouh e di un nuovo villaggio Bravo a Marsa Alam, il Concorde Moreen Beach, 5 stelle non lontano da Abu Dabbab, punto di immersione privilegiato per appassionati sub. Da Settemari la conferma di una discreta ripresa dei volumi