Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
GUIDA VIAGGI - Geo: una task force in aiuto delle agenzie

GUIDA VIAGGI - Geo: una task force in aiuto delle agenzie

24 Febbraio 2020

Da oggi all'interno del network si apre un tavolo speciale di crisi, dove saranno messi a disposizione tutti i reparti dell'azienda, tra cui quello legale - di Annarosa Toso

 "Siamo stati subissati da richieste o da info per i viaggi studio. Ci siamo trovati ad affrontare il problema di decine/centinaia di agenzie che hanno gite confermate e che in teoria non possono chiedere le penali, ma che a loro volta le penali le hanno in mano loro". A parlare è Luca Caraffini, ceo di Geo Travel Network, interpellato da Guida Viaggi a proposito del coronavirus, tema su cui il network si è chiesto come affrontare un'emergenza che si sta allargando e che non ha riferimenti con altre situazioni analoghe.

"La decisione della sospensione delle gite è del governo. Gli agenti di viaggio hanno degli impegni anche con i fornitori esteri, non solo italiani. Nei prossimi cinque giorni faremo degli incontri con il nostro legale per capire come muoverci. L'ufficio commerciale dovrà dedicare la settimana a rivedere con gli operatori tutte le regole come penali, cancellazioni. Non solo sulle pratiche perse, ma su quelle che non potremo più fare", spiega il manager.

Caraffini pensa che sia necessaria una relazione stretta con Astoi per avere con i tour operator una visione comune del problema per l'aspetto economico, sindacale, assicurativo e di marketing. "Siamo ben consci che a fronte delle notizie di tutta la stampa nazionale poco potremmo fare, ma come settore abbiamo la responsabilità di trasmettere un messaggio diverso. Dobbiamo capire soprattutto l'aspetto assicurativo. Noi daremo indicazioni e consigli pratici. E faccio una provocazione: è più sicuro andare a Minorca o restare nella provincia di Cremona? Capisco le paure della gente, ma io non smetterò di viaggiare".

Negli obiettivi di Caraffini quello di fare a ogni fine giornata una relazione su tutte le evoluzioni, dando, per quanto possibile, tutte le risposte alla rete di agenzie. "Purtroppo a livello di informazioni siamo al disastro totale. Lombardi che non possono scendere a Ischia, scuole e musei chiusi, partite di calcio sospese. Già avevamo avuto nelle settimane passate un rallentamento. Adesso ci sarà un tracollo delle vendite. Dovremo lavorare su riprotezioni e cancellazioni piuttosto che sulle vendite. Non è il numero delle cancellazioni, ma i milioni di euro persi in queste settimane".

Per Caraffini, la crisi è peggiore di quella dell'11 settembre perché il problema è in casa. "Forse avremo la memoria corta, ma ora dobbiamo gestire senza panico. Da oggi all'interno di Geo apriremo un tavolo speciale di crisi, dove metteremo a disposizione tutti i reparti dell'azienda, tra cui quello legale. L'avvocato Camilla Monese sia per un discorso di webinar, che per iscritto e gratuitamente darà risposta a quelle agenzie che non sanno come muoversi, soprattutto per il discorso scolastico. Inoltre, saremo in linea con Astoi per seguire una linea comune sulle penali, soprattutto non vogliamo perdere le prenotazioni future. Geo non starà con le mani in mano e comunicherà a livello commerciale, legale, assicurativo. Lo affronterà con le sue risorse anche insieme ai sindacati e al governo".

 

Fonte = Guida Viaggi 24/02/20