Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
GIORNALE DI BRESCIA - Conte: «Vacanze italiane» Albergatori in rivolta

GIORNALE DI BRESCIA - Conte: «Vacanze italiane» Albergatori in rivolta

22 Maggio 2020

ROMA. «Colgo l'occasione per invitare tutti cittadini a fare le vacanze in Italia, scopriamo le bellezze che ancora non conosciamo. E torniamo a visitare, a godere di quelle che già conosciamo. È questo il modo migliore per contribuire al rilancio della nostra economia in questa fase di emergenza». L'appello accorato del premier Giuseppe Conte scatena l'applauso dell'aula della Camera ma, anche se apprezzato, non tranquillizza imprese e associazioni del turismo che sono alle prese con una crisi drammatica (quasi 20 miliardi di euro le perdite secondo le analisi odierne di Coldiretti tra alloggio, ristorazione, trasporto e shopping) e si sentono gli «ignorati speciali» dei vari decreti d'emergenza. «Apprezziamo l'appello di Conte sulle vacanze italiane - spiega il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca ma abbiamo bisogno di altri interventi. È stata abolita la prima rata dell'Imu e noi vogliamo che sia abolita per tutto l'anno perché alberghi chiusi non sono in grado di pagare un'imposta su un bene strumentale che non hanno potuto usare. Chiediamo anche di beneficiare dell'ecobonus al 110% destinato solo ai privati». Arrabbiati e delusi per il dl Rilancio gli associati di AstoiConfindustria. «Quello che è stato stanziato per il turismo organizzato (25 milioni) - dice il consigliere Pier Ezhaya - Bisogna portare questo fondo a 750 milioni». 

Fonte = GIORNALE DI BRESCIA 22/05/20