Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Corriere Mercantile - Un modulo bilingue per chiedere il rimborso alla Costa Crociere

Corriere Mercantile - Un modulo bilingue per chiedere il rimborso alla Costa Crociere

20 Gennaio 2012

Ieri tavola rotonda. PRIMO PASSO

Un modulo in inglese e francese per chiedere rimborso alla Costa crociere è stato predisposto dalle associazioni di consumatori e messo a disposizione dei passeggeri rimasti vittima del tragico naufragio della "Concordia". E' questo il primo concreto passo fatto dalle associazioni dopo avere stabilito una linea di indirizzo comune durante l'incontro che si è tenuto nella sede di Confindustria tra Astoi e le associazioni dei consumatori. Al tavolo Federconsumatori, Adiconsum, Adoc, Assoconsum, Assoutenti, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori che, oltre all'emergenza causata dal naufragio della Costa Concordia, hanno anche fatto il punto sul protocollo di conciliazione in essere fra le parti per dare risposte soddisfacenti alle controversie fra consumatori e operatori turistici.

«Dall'incontro - spiega Antonio Molari, presidente di Adircons - è emerso l'impegno ad accelerare un processo per promuovere la definizione di percorsi condivisi nella massima trasparenza ed equità, per facilitare soluzioni positive per i passeggeri vittime del naufragio, oltre che per coloro che hanno prenotato un pacchetto di viaggio sulla stessa nave». E' stato deciso di creare una task force congiunta tra le Associazioni presenti e ASTOI utile a gestire in modo efficace e tempestivo le emergenze.

Rispetto alla complessa e drammatica vicenda che ha interessato il naufragio della Costa Concordia che contempla rapporti con il Ministero, Astoi e società armatoriale, le associazioni regionali della Liguria di Federconsumatori, Movimento del Consumatore e Sportello del consumatore, «Ritengono - dice Molari - che il sistema delle conciliazioni debba rispondere ad una regia nazionale». Pertanto «Non aderiranno - precisa - al coordinamento locale "comitato naufraghi concordia", mantenendo la richiesta d'incontro fatta alla Costa come Adircons».

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=1084|target=s}