Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
WEBITMAG - ASTOI chiarisce le norme su fattura elettronica: sbagliato il testo dell’Ordine dei commercialisti

WEBITMAG - ASTOI chiarisce le norme su fattura elettronica: sbagliato il testo dell’Ordine dei commercialisti

25 Gennaio 2019

ASTOI interviene nel dibattito sulla fatturazione elettronica, che sta causando non pochi problemi alle agenzie di viaggi, con una nota stampa che chiarisce alcuni punti controversi.

In particolare, con riferimento alla risposta fornita dall’Agenzia delle Entrate sul tema relativo alle modalità di  fatturazione delle provvigioni riconosciute dal Tour Operator all’Agenzia di Viaggi per il servizio di intermediazione, l’Avvocato Benedetto Santacroce, consulente fiscale di ASTOI Confindustria Viaggi, spiega: “In base alle specifiche tecniche emanate dall’Agenzia delle Entrate, la fattura elettronica emessa dal Tour Operator (TO) ,in nome e per conto dell’Agenzia di Viaggi intermediaria per le provvigioni, deve indicare nel formato xml del file che viene trasmesso al sistema d’interscambio:

  • l’Agenzia di Viaggio intermediaria come prestatore,
  • come committente il Tour Operator,
  • come emittente lo stesso Tour Operator, con indicazione del codice CC (committente/cessionario) in quanto viene emessa dal committente.

Questa dovrebbe essere la procedura corretta da seguire per l’invio della specifica fattura elettronica e così dovrebbe essere riletta la risposta che è stata fornita dall’Agenzia delle Entrate il 15 gennaio scorso, in occasione dell’evento organizzato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili. In effetti, il testo pubblicato sul sito di CNDEC riporta un’indicazione diversa che non sembra né condivisibile né coerente con le citate specifiche tecniche allegate al provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018 e nemmeno con le FAQ già pubblicate sul sito dell’Agenzia; infatti, il testo erroneamente indica il TO quale prestatore del servizio”

Fonte = WEBITMAG 25/11/19