Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
ASKANEWS - Osservatorio ASTOI, più viaggi Studio, maturità e Millennials

ASKANEWS - Osservatorio ASTOI, più viaggi Studio, maturità e Millennials

01 Luglio 2019

Cresce il numero dei giovani che si affidano ai viaggi organizzati

Roma, 1 lug. – Come cambiano i flussi dei vacanzieri italiani? L’Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi, l’Associazione che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano, analizzando le prenotazioni dell’estate per i mesi giugno-settembre 2019, ha registrato le reazioni di fronte a nuove destinazioni e nuove tipologie di prodotto. Sono sempre più richiesti i resort adults only e sempre bene accolte le nuove mete; quest’anno hanno preso piede la Colombia, le crociere che abbinano Baleari e Sardegna, l’Islanda declinata in modi alternativi (trekking, tenda, self drive di gruppo con guida).

È piaciuta la personalizzazione, come ad esempio vacanze surf alle Maldive, viaggi in compagnia di noti fotografi professionisti e tour d’élite, con alto livello di servizi, ristoranti con menu à la carte e guide a disposizione. Per i giovani, stanno riscuotendo molto successo le vacanze studio tematiche, dove si abbinano corsi di lingua alla pratica di uno sport, allo studio del giornalismo, così come i combinati con viaggi avventura/natura, viaggi culturali che prevedono visite a prestigiose università locali.

Parlando delle scelte dei giovani, i millennials e parte della “generazione z” rappresentano un segmento molto interessante, a livello economico e socioculturale, e cresce il numero di coloro che si affidano ai viaggi organizzati grazie anche allo sviluppo di un’offerta dedicata e mirata sia all’interno di grandi gruppi che da operatori di nicchia specializzati.

I viaggi studio per ragazzi 15/17 anni sono cresciuti, nell’estate 2019, dell’8%. Le famiglie credono nel valore dell’esperienza education e mandano i figli non più solo in Europa ma anche negli Stati Uniti e Canada. Si va dalle 2/3 settimane di permanenza fino al semestre scolastico. La tipologia di soggiorno più ambita è il college rispetto alla famiglia. L’inglese rimane la lingua di punta; destano molto interesse anche lo spagnolo e alcune lingue “emergenti”, quali il russo e il cinese, mentre meno richieste sono il francese e il tedesco.

Per la fascia 17 – 20 anni nascono nuovi format di villaggi vacanze con coach esperti di divertimento, dove l’aggregazione avviene in un clima di protezione. Inoltre, impazza il viaggio post maturità, all’insegna del divertimento, si abbandonano i libri e si indossa il costume; le località preferite nell’estate 2019 sono Gallipoli, Manfredonia, Lloret de Mar e Ibiza (Spagna), Buddva (Montenegro), Kavos, Corfù, Zante (Grecia). I giovani italiani mostrano anche molto interesse per l’high school program che permette di frequentare un periodo che va dai tre ai sei mesi fino a un anno, in una scuola straniera, consentendo ai ragazzi di stare a contatto con altri studenti provenienti da tutte le parti del mondo e di alloggiare in college o presso una famiglia locale.

Nella fascia 25-35 anni, il pubblico delle crociere si è indirizzato verso quelle che sostano alle Baleari (Palma di Maiorca e Ibiza). Il segmento che vuole viaggi di gruppo on the road, dove il 65% è rappresentato da donne, mostra poi idee chiare: per i viaggi di scoperta le destinazioni sono Giordania, Giappone, Colombia e Perù, mentre per l’abbinata visite e mare, sono state scelte Indonesia, Thailandia, Corfù e Sicilia.

Fonte = ASKANEWS 01/07/19