Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Turismo mondiale in crescita del 7% nei primi 10 mesi del 2017

Turismo mondiale in crescita del 7% nei primi 10 mesi del 2017

15 Dicembre 2017
Le destinazioni di tutto il mondo hanno accolto 1,1 miliardi di turisti internazionali tra gennaio e ottobre 2017, secondo l’ultimo World Tourism Barometer dell’Unwto, ovvero il 7% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Crescono in particolare le destinazioni dell’Europa meridionale e mediterranea, del Nord Africa e del Medio Oriente, con una rapida ripresa in Turchia e aumenti a due cifre per la maggior parte delle altre destinazioni della regione. Nord Africa e Medio Oriente, Egitto, Tunisia e Palestina hanno registrato un forte rialzo rispetto ai cali degli anni precedenti, mentre Marocco, Bahrain, Giordania, Libano, Oman e Dubai hanno continuato a registrare una crescita sostenuta.

L’Europa (+8%) ha guidato la crescita degli arrivi internazionali, trainata da risultati notevoli dell’Europa meridionale e mediterranea (+13%) ed Europa occidentale (+7%), mentre il Nord Europa (+6%) ha registrato una crescita solida e continua e l’Europa centrale e orientale è cresciuta del 4%.

L’Africa (+8%) cresce grazie a una forte ripresa in Nord Africa (+ 13%) e ai risultati dell’Africa sub-sahariana (+5%), mentre in Asia e nel Pacifico (+5%) i risultati sono stati guidati dall’Asia meridionale (+10%), Sud-est asiatico (+8%) e l’Oceania (+ 7%). Il Sud America (+7%) continua a guidare la crescita nelle Americhe, dove gli arrivi complessivi sono aumentati del 3%. Il Centro America e i Caraibi sono cresciuti del 4%, con quest’ultimo che ha mostrato chiari segnali di ripresa dopo gli uragani Irma e Maria.

In Nord America (+ 2%), i robusti risultati in Messico e Canada sono in netto contrasto con una diminuzione negli Stati Uniti. Per quanto riguarda i mercati outbound, il 2017 è caratterizzato da una forte ripresa della spesa turistica in Brasile (+ 33%) e Federazione Russa (+ 27%) dopo alcuni anni di calo.

Tra i primi 10 mercati di origine spiccano la Cina (+19%), la Repubblica di Corea (+11%), gli Stati Uniti e il Canada (entrambi + 9%) e l’Italia (+ 7%), mentre Germania, Regno Unito, Australia, Hong Kong (Cina) e Francia sono cresciute tra il 2% e il 5%. – Fonte: TravelQuotidiano.com