Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Turismo e Finanza - ASTOI: Filippetti, no a tassa finanziamento antitrust

Turismo e Finanza - ASTOI: Filippetti, no a tassa finanziamento antitrust

19 Ottobre 2012


È critica la posizione di ASTOI Confindustria Viaggi circa l'introduzione della nuova tassa di finanziamento per l'antitrust. L'imposta, che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo 31 ottobre 2012 per le imprese con ricavi totali di almeno 50 milioni di euro, prevede il versamento di un contributo pari allo 0.08 per mille del fatturato. Secondo Nardo Filippetti, Presidente di ASTOI, tale forma di finanziamento a carico delle imprese sarebbe infatti inaccettabile, sia sul piano economico che su quello giuridico. "Sul piano economico - spiega infatti Filippetti - perché chiede alle imprese uno sforzo che, nell'attuale contesto di recessione, non è assolutamente sopportabile, ma anche perché la contribuzione è calcolata sui fatturati che nel settore turistico possono anche essere elevati, ma danno luogo a marginalità sempre più basse". L'inammissibilità dell'imposta sul piano giuridico deriverebbe invece - sempre secondo Filippetti - dal contrasto di quest'ultima con le funzioni di garanzia che l'Antitrust dovrebbe svolgere. Il finanziamento dell'Autorità Antitrust dovrebbe invece essere in Italia come è in altri paesi UE - continua Filippetti - ossia a carico degli Stati stessi. Anche il limite di fatturato minimo di 50 milioni di euro suscita le perplessità del Presidente di ASTOI. "Non si vede infatti - puntualizza ancora Filippetti - perché solo le imprese con fatturati superiori a tale cifra dovrebbero contribuire a una funzione che si realizza per tutti, e non comprendiamo il motivo di una contribuzione parametrata solo sul fatturato".