Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Turismo, attese positive per l'inverno grazie agli stranieri

Turismo, attese positive per l'inverno grazie agli stranieri

21 Novembre 2014

Il settore continua a trarre vantaggio dalla tenuta della clientela internazionale, «anche se resta agganciato alle dinamiche socio-culturali del momento - precisa Palmucci - -. La clientela russa, a causa della svalutazione del rublo e per effetto delle sanzioni Ue, stenta a prenotare un soggiorno in Italia, ma la sua assenza sembrerebbe compensata da un incremento di oltre il 5% di turisti tedeschi e statunitensi».

Emilio Becheri, amministratore Mercury, aggiunge: «Il turismo in Italia sarà ancora una volta salvato dalla domanda estera, per la quale è valutabile un incremento del 6% nei flussi e dell'8% in termini di spesa. La situazione di crisi influisce sulla domanda domestica (-4% i passeggeri e -7% la spesa)». «A livello nazionale  dichiara Massimo Feruzzi, amministratore di Jfc - si assisterà ad un incremento di prenotazioni per le destinazioni montane, soprattutto per quelle dell'Alto Adige e del Trentino; indicatori positivi per le città d'arte, in particolare per medie città come Mantova, Ferrara, Orvieto o Lecce. È in calo la richiesta di benessere e di turismo rurale».

Verso l'Italia Jfc prevede un incremento dei flussi provenienti da Usa, Scandinavia e Gran Bretagna, mentre sul fronte russo segnala un decremento del -15/20%. Di movimento interno sostanzialmente stabile parla Stefano Bonini, marketing assistant Trademark Italia, che aggiunge: «Il 37% delle prenotazioni alberghiere italiane passa dalle agenzie online e Booking.com detiene la quota maggiore; per Natale e Capodanno quasi il 50% degli hotel in montagna annuncia il tutto esaurito e, a dispetto della crisi, i prezzi di fine anno si sono ulteriormente impennati». Le condizioni meteo agevolano gli amanti dello sci: grazie alle abbondanti nevicate degli ultimi giorni da domani - e per il weekend - si scierà a Madonna di Campiglio.

La domanda di arte e montagna emerge anche dal web. Una ricerca di Hotels.com indica che la destinazione più gettonata dagli italiani, subito dopo Parigi, è Roma. In montagna, Livigno figura al settimo posto nella classifica delle mete più ricercate, Cortina d'Ampezzo al nono, Bolzano al sedicesimo e Madonna di Campiglio al diciannovesimo. Per i mercatini di Natale: Napoli Bologna e Torino sono, secondo Trivago, le città più convenienti. Per Bravofly Rumbo sono soprattutto i tedeschi che hanno scelto l'Italia come meta preferita per le proprie vacanze natalizie. «Il fascino di Roma - spiega la società - conquista tedeschi, francesi, spagnoli e inglesi. Non manca qualche russo che ha deciso di atterrare a Milano, combinando lo shopping ad una vacanza in montagna. Napoli è la seconda destinazione soprattutto per i tedeschi. Per chi decide di rimanere in patria, i voli nazionali vedono prevalere ancora una volta la Sicilia con Catania e Palermo. In leggero aumento la spesa media». - Fonte: Il Sole 24 Ore (di Laura Dominici)