Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Turismo & Attualità - L'impegno di Astoi

Turismo & Attualità - L'impegno di Astoi

16 Febbraio 2010

RIVISTA N.4 - 15 FEBBRAIO 2010 / Pag.14

Si apre con l'intervista al presidente Astoi la seconda parte della nostra carrellata Bit, con le novità e i protagonisti della fiera milanese.

Corbella: "II 2010 sarà ancora un anno difficile, to e adv dovranno svolgere il loro ruolo in maniera corretta"

"Il 2010 sarà ancora un anno difficile perché la crisi non è superata ma per i consumatori si profileranno molte opportunità di scelta e alcune agevolazioni. Per quanto riguarda to e adv, è importante che entrambi svolgano il loro ruolo in maniera efficace e corretta, garantendo ciascuno un reale e concreto valore aggiunto da offrire ai consumatori che altrimenti opteranno per una disintermediazione". Parole di Roberto Corbella, presidente Astoi, guardando alla prossima stagione, e commentando al tempo stesso il nuovo panorama tour operating, ravvivato, a inizio d'anno, dal rilancio di brand storici e dalla nascita di nuovi marchi. A questo proposito Corbella raccomanda: "Sia la nascita di nuovi brand che il rilancio di marchi che hanno subito un "restyling", devono essere guidati da un business plan serio che preveda un approccio corretto e professionale al mercato evitando scorciatoie e finanza creativa".

Per quanto riguarda la Bit, Astoi caratterizza la sua presenza in fiera con un fitto calendario di incontri, e, come è ormai tradizione, mette a disposizione dei desk nel proprio spazio per i propri associati. Quest'anno occupano le postazioni Alpitour, Aviomar Naar, Swan Tour, P&V Italia, Dimensione Sicilia e Bini Viaggi. " // nostro supporto ha una duplice natura - rimarca Corbella. "Da un lato è anche un aiuto economico, dall'altra mi piace sottolineare che l'area Collettiva Astoi è soprattutto la dimostrazione di una reale coesione dei nostri soci. In questo modo si concretizza il nostro sostegno agli associati che possono ottenere migliore visibilità e maggiori opportunità di business". Se è vero che negli ultimi anni i tour operator si sono un po' ritirati dalla kermesse milanese, secondo Corbella, "nonostante tutto il tour operating è comunque sempre ben rappresentato, anche se ogni operatore è alla continua ricerca di una ottimizzazione costi/benefici. Infatti, a volte, in tali occasioni, esistono forti sproporzioni tra costi da sostenere e reali ritorni commerciali",

di Ester Ippolito