Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Turismo & Attualità - Editoriale

Turismo & Attualità - Editoriale

24 Giugno 2014


Roberta D'Amato direttore editoriale

L'Egitto è, per noi che da sempre lavoriamo nel mondo del turismo, un punto fermo, la destinazione d'eccellenza che per anni ha tenuto alti i fatturati di gran parte dei tour operator italiani. E' normale quindi che oggi, tutti noi, ci si stringa in un ideale ma costruttivo abbraccio intorno a questo paese dalle mille opportunità turistiche per far si che possa tornare a riprendere il posto che gli spetta. Il lavoro da fare è molto, crediamo che qualcosa d' importante sia avvenuto nel viaggio organizzato da Astoi Confindustria Viaggi nelle scorse settimane. Si è magicamente ricreata quell'atmosfera delle prime fiere di settore, dei primi incontri tra tutti gli attori della filiera, quando l'entusiasmo riusciva a far superare qualsiasi difficoltà. Nelle giornate di lavoro in Egitto sono stati affrontati molti temi e la partecipazione corale ha davvero aperto le porte alla speranza facendo comprendere a tutti che soltanto con uno sforzo comune si può riportare l'Egitto sul podio.

Un segnale positivo dal paese è arrivato con la riconferma di Hisham Zaazou quale ministro del Turismo. Ora però quello che deve seguire alle belle parole, al senso di "gruppo", è la volontà di passare ai fatti, il sostegno alle agenzie innanzitutto. Sì perché forse il problema è proprio questo, ancora non si è riusciti a trovare una formula, un progetto unitario che possa sostenere ed eventualmente proteggere gli agenti di viaggio da eventuali problemi legati alla vendita della destinazione, rassicurandoli in caso di riprotezioni, reclami, annullamenti. Crediamo che si siano gettate buone fondamenta, ora vediamo quanto ci vorrà per tirar su tutto il palazzo. Visto che l'argomento è delicato e merita un approfondimento, non perdete i prossimi numeri di T&A...

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=3287|target=s}