Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Turismo & Attualità - Astoi ed AINet, un gioco dì squadra

Turismo & Attualità - Astoi ed AINet, un gioco dì squadra

05 Ottobre 2010

Una stretta di mano tra AINeT ed Astoi ed il dialogo può cominciare. Il primo incontro ufficiale tral'associazione che riunisce i maggiori to italiani, la cui delegazione era composta dal presidente Roberto Corbella, da Sergio Testi ed Enrico Scotti, ed i network rappresentati da Franco Gattinoni e Luca Caraffini, hadato "esiti positivi e prospettive incoraggianti", come si legge da un comunicato condiviso dalle due sigle.

Da sempre su fronti distanti, le due diverse realtà dell'industria turistica hanno scelto la via del dialogo e della collaborazione per far fronte a quelle comuni problematiche che minano l'operatività del settore. Cinque i punti in agenda: dirimere il caos latente su adeguamenti tariffali ed acconti, aprire un tavolo di confronto conle associazioni delle compagnie aeree per discutere sul pagamento del BSP settimanale, che metterebbe difficoltà alla agenzie e sulla composizione del biglietto aereo, dove le tasse non commissionabili rappresentano ormai una parte preponderante del costo sostenuto dal viaggiatore.

Da valutare, inoltre, i rapporti con le Associazioni Consumatori sulla scia di un dialogo già avviato da Astoi attraverso la sigla di un Protocollo per la conciliazione stragiudiziale delle controversie e di rapporti con i media, per una comunicazione chiara e senza filtri con agenzie e clienti. Massima attenzione, infine, a temi di natura fiscale e tributaria per un confronto con le autorità competenti in merito all'onere del 20% d'Iva che grava sulle imprese turistiche nazionali.

Soddisfatti i due presidenti: "Non c'interessa la politica - ha dichiarato Franco Gattinoni,presidente AINeT - ma vogliamo risolvere i problemi subito, con pragmatismo, trasparenza e dialogo".Fiducioso anche Roberto Corbella, presidente Astoi: "Non c'è conflitto con i network, non ci dev'essere chiusura pregiudiziale, veniamoci incontro. Insieme dobbiamo far crescere il mercato, da qui al 2020 il Pil turistico oggi al 9,% può arrivare al 18,2%, lavorando insieme".

Turismo e attualità - N.25 - 4 ottobre 2010 Pag. 4

Visualizza l'articolo

{phocadownload view=file|id=382|target=s}