Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTGItalia sito web - Spesometro e turismo, l’allarme di Astoi: “La deroga non è applicabile”

TTGItalia sito web - Spesometro e turismo, l’allarme di Astoi: “La deroga non è applicabile”

05 Aprile 2016

"La deroga annunciata dall’Agenzia delle Entrate, diversa da quanto da noi richiesto, di fatto, non è tecnicamente applicabile alle operazioni fatturate in regime speciale 74-ter". Così Luca Battifora, presidente Astoi, lancia l’allarme sullo Spesometro, a pochi giorni dalla scadenza per l’invio delle comunicazioni a Fisco.

L’associazione dei tour operator, che pochi giorni fa aveva chiesto all’Agenzia delle Entrate di prorogare la deroga sul tetto minimo delle transazioni da inserire nello Spesometro, interviene nuovamente sulla questione, dopo l’annuncio dell’Agenzia stessa di pochi giorni fa.

In particolare, Astoi mette in luce il fatto che nel comunicato stampa il Fisco parli di operazioni di importo pari a 3mila euro più Iva. Ma, sottolinea Battifora, “il 74-ter non prevede l’esposizione separata dell’Iva in fattura, poiché l’imposta è determinata secondo un meccanismo ‘base da base’”. Dunque, per le operazioni 74-ter non si è in grado di individuare l’importo al netto di Iva, “il che comporta l’impossibilità di stabilire se venga rispettata o meno la soglia per l’esonero dallo ‘Spesometro’” aggiunge il presidente dell’associazione dei tour operator.

In attesa del provvedimento

Per questo, la richiesta di Astoi dei giorni scorsi era di replicare quanto riportato nella dispensa dell’adempimento prevista per il tour operator dal provvedimento del 2 agosto 2013, che prevedeva la comunicazione “delle operazioni per le quali è stata emessa fattura di importo pari o superiori al tetto i 3.600 euro, Iva inclusa”.

I giochi, però, non sono ancora conclusi: l’Agenzia delle Entrate, nel comunicato dello scorso venerdì, si era limitata ad annunciare il provvedimento. Che, ad oggi, non è stato ancora pubblicato. “Ci auguriamo vivamente che l’Agenzia delle Entrate - conclude Battifora -, nella stesura del provvedimento di prossima emanazione, recepisca questa nostra istanza, rendendo tale deroga effettivamente applicabile dal comparto”. - di Francesco Zucco