Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTGItalia sito web - Carburante, dibattito aperto Battifora scrive a TTG Italia

TTGItalia sito web - Carburante, dibattito aperto Battifora scrive a TTG Italia

27 Gennaio 2015
Il calo del prezzo del petrolio ha innescato il dibattito sui costi del trasporto aereo e sulle ... C'è chi utilizza come leva gli sconti al consumatore, chi invece punta sui benefit ai dettaglianti. E nessuna delle due strategie va contro il Codice del Turismo.
Così Luca Battifora, presidente di Astoi Confindustria Viaggi, interviene nel dibattito innescato da TTG Italia su come i tour operator si stanno comportando in seguito al calo dei prezzi del carburante e, di conseguenza, dei voli. E lo fa con una lettera inviata al direttore della testata Remo Vangelista, pubblicata integralmente in questa pagina.
L'editoriale di ttgitalia.com
La questione ha preso il via dopo un editoriale pubblicato su ttgitalia.com (e riportato integralmente nel box a fianco), in cui il direttore ha fatto il punto della situazione sul calo dei prezzi del fuel e le diverse strategie di pricing e di comunicazione dei tour operator italiani. Il calo del prezzo del petrolio (e, di conseguenza, del carburante e dei voli aerei), del resto, è uno dei temi più caldi di questi giorni. Anche perché i meccanismi di costruzione del prezzo non sempre consentono un'immediata risposta tariffaria alle fluttuazioni del costo del fuel.
Nell'arena del dibattito, Luca Battifora ha voluto far sentire la voce del tour operating italiano. Partendo da un presupposto: ogni azienda, conformemente alle norme vigenti, sta decidendo come utilizzare gli eventuali risparmi derivanti da un minore prezzo dei collegamenti. Il legame con le agenzie
E se qualcuno "ha utilizzato la leva del beneficio sul consumatore - scrive il presidente di Astoi - altri preferiscono offrire benefici alle agenzie". Uno dei punti focali della lettera, del resto, è proprio il rapporto con le agenzie, sul quale Battifora torna più volte. Un discorso al quale il presidente dell'associazione unisce un richiamo ad evitare il 'muro contro muro' tra le diverse parti della filiera turistica, considerando anche il fatto che le aziende del settore, si legge ancora nella lettera, "si trovano a dover affrontare sempre più frequentemente un mercato fortemente instabile, per non dire addirittura in alcuni momenti isterico".
Proseguendo ancora sull'onda degli spunti dell'articolo pubblicato su ttgitalia.com, Battifora affronta l'argomento dell'applicazione della fuel surcharge da parte dei vettori. Chiamando in causa le differenze di calcolo tra vettori di linea e compagnie aeree charter. Un tema, questo, che secondo Luca Battifora necessita di chiarimenti. Il presidente di Astoi precisa inoltre che, su questo argomento, l'associazione ha intenzione di aprire un confronto con i principali player del trasporto aereo. F. Z.