Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTGitalia sito web - Battifora, Astoi, risponde a Fiavet sul capitolo  commissioni e Iva

TTGitalia sito web - Battifora, Astoi, risponde a Fiavet sul capitolo commissioni e Iva

26 Gennaio 2016

“Quanto è stato introdotto da alcuni tour operator in materia di calcolo dell’Iva sulla commissione è un’iniziativa esclusivamente individuale quindi di pertinenza della singola impresa”. Il presidente di Astoi Luca Battifora risponde così all’allarme lanciato ieri dal presidente di Fiavet Emilia Romagna-Marche Paolo Mazzola, che aveva ‘denunciato’ il calo delle incentivazioni alle agenzie da parte di alcuni t.o. attraverso il sistema dell’inserimento dell’Iva. 

“Occasione per una riflessione”

“Come sempre l’associazione, per il ruolo che ricopre, non entra nel merito delle strategie intraprese da singoli associati – prosegue Battifora - se non si ravvisano violazioni delle normative vigenti”. La vicenda però spinge il presidente a una riflessione di carattere più generale: “Le complessità  che il nostro comparto è chiamato ad affrontare in questa delicata fase storica del settore sono tutt’altro che banali, i cambiamenti sono tali che è velleitario pensare di mantenere procedure e standard operativi inalterati. Dico questo in termini di principio generale senza entrare nel merito dell’iniziativa specifica in oggetto”. 

Fare fronte comune

Luca Battifora pone quindi l’accento su un punto su tutto: la necessità, da parte delle aziende, di essere sane dal punto di vista finanziario: “Il principale bene comune al quale non possiamo rinunciare è lo stato di salute delle singole imprese in assenza del quale diritti e doveri, regole e procedure diventano sterili e inefficaci perché imprese fragili producono un settore fragile. Questo vale per tour operator, agenzie di viaggi off e online e per  qualsiasi altro attore coinvolto nei nostri processi operativi della filiera”. 

Temi questi che l’associazione, conclude il presidente, sta mettendo sul tavolo di discussione di concerto con le altre categorie. “Personalmente ho dato e riconfermo massima disponibilità a tavoli di confronto che abbiano l’obiettivo unico di ricercare ed individuare soluzioni in grado di recepire le necessità del comparto per assicurare sostenibilità economico-operativa e soprattutto prospettive future”. - di Giovanni Ferrario