Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTGitalia sito web - Astoi: Pasqua senza paura, i viaggi non rallentano

TTGitalia sito web - Astoi: Pasqua senza paura, i viaggi non rallentano

31 Marzo 2016

“I numeri confermano le nostre aspettative”. Luca Battifora , presidente Astoi Confindustria Viaggi, esprime con queste parole la soddisfazione dell’associazione per l’andamento delle prenotazioni durante il periodo pasquale.

Andamento che non sembra essere stato influenzato più di tanto dai tragici fatti di Bruxelles; dai primi consuntivi risulta, infatti, che ad essere stata deviata è stata solo una minima porzione di traffico in transito per la capitale belga, mentre anche le altre grandi città del Vecchio Continente non ne hanno risentito in maniera significativa. 

“L’italiano - spiega la nota Astoi - non vuole rinunciare ai propri momenti di svago e ai propri stili di vita, continuando a muoversi non solo dentro i confini del nostro Paese, ma anche all’estero, anche se con più attenzione e cercando di assumere maggiori informazioni”. 

Dal monitoraggio Astoi spicca la sofferenza di mete tipicamente richieste in questo periodo come Tunisia, Turchia e Mar Rosso anche se quest’ultimo, specifica la nota dell’associazione, mostra segnali di leggero recupero, “ma - aggiunge - ancora su numeri decisamente inferiori rispetto allo standard ai quali eravamo abituati”. 

Sul lungo raggio sono andati bene Caraibi, ma anche Maldive, Mauritius, Zanzibar ed Estremo Oriente. Positivo anche il trend di prenotazioni per Oman ed Emirati, con Dubai ed Abu Dhabi, “destinazioni . commenta Astoi - che trovano nei mesi di marzo, aprile e maggio il loro picco di stagione”. 

Da segnalare, infine, il ritorno della domanda sul prodotto crociere. “Ora - conclude Battifora - guardiamo all’estate con fiducia: se il mondo sembra apparire più instabile, noi cercheremo di controbilanciare con rapidità e flessibilità, confortati da un consumatore sempre più consapevole e certamente non disposto a rinunciare al proprio sacro diritto di muoversi e viaggiare”.