Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTGItalia.com - L'anno d'oro dell'Oman: arrivi italiani a più 35,3%

TTGItalia.com - L'anno d'oro dell'Oman: arrivi italiani a più 35,3%

15 Gennaio 2018
Cresce a doppia cifra la componente italiana in Oman. In base ai dati diffusi dall’Ufficio del Turismo del Sultanato, nel 2017 i nostri connazionali in visita nel Paese sono stati 43.664, a più 35,3% rispetto all’anno precedente. Il nostro Paese arriva così a essere il quarto mercato a livello europeo dopo Gran Bretagna, Germania e Francia, mentre a livello internazionale raggiunge la sesta postazione. I turisti internazionali nel corso dell’anno in Oman sono stati 702.922, a più 13,1% rispetto al 2016.

Strategia a due livelli

"Risultati - spiega Massimo Tocchetti, rappresentante per l’Italia dell'Ufficio del Turismo del Sultanato dell'Oman - che sono il frutto di una strategia a due livelli: il primo prevede un posizionamento della destinazione presso una clientela di viaggiatori di medio-alto profilo culturale, che acquista il prodotto principalmente dai tour operator tradizionali; il secondo livello comprende la promozione verso un pubblico più a carattere vacanziero - in particolare coppie e famiglie con bambini -, che sceglie la località di Salalah affidandosi a operatori villaggisti”. 

Un altro anno positivo

Operatori che guardano con ottimismo anche al 2018 grazie ai numerosi fattori che rendono attrattiva la destinazione: il patrimonio naturalistico, le testimonianze culturali, le esperienze uniche che sa offrire ai viaggiatori, ma soprattutto un particolare sottolineato da Tocchetti: “L’Oman - dice - è tra i Paesi più sicuri al mondo”. 

Intanto Astoi ha segnalato il Sultanato tra le destinazioni del 2018 e, sul fronte social, la destinazione ha avuto una forte eco ultimamente dalla promozione di vip quali Camila Raznovich e Martina Colombari, che l’hanno scelta come meta per le proprie vacanze natalizie. 

Muscat, a primavera il nuovo scalo

Sul fronte delle infrastrutture l’ultimo aggiornamento riguarda l’aeroporto internazionale di Muscat, che aprirà a fine primavera e ambisce a essere incluso nella classifica dei migliori 20 scali del mondo entro il 2030. Nello stesso periodo verrà inaugurato anche il Kempinski, un hotel di lusso con 2 km di spiaggia privata. Riaprirà invece in autunno l’Al Bustan Palace, il resort cinque stelle con le insegne The Ritz-Carlton dotato di una delle spa più belle in assoluto: la Six Senses.