Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG Italia - Trenitalia al fianco dei tour operator

TTG Italia - Trenitalia al fianco dei tour operator

31 Maggio 2013


La compagnia sigla un accordo con Astoi e progetta di incrementare la collaborazione con i t.o. italiani

"Un modello di business nuovo, che sarà sviluppato sempre di più insieme agli operatori per creare pacchetti di viaggio". Giancarlo Buontempo, responsabile vendite mercato divisione passeggeri nazionale e internazionale di Trenitalia, spiega così la decisa virata verso il leisure affrontata dalla compagnia ferroviaria e la sua marcia di avvicinamento nei confronti del turismo organizzato.

Dopo l'accordo siglato con l'Ectaa (European travel agents and tour operator association) per la distribuzione dei servizi attraverso i canali europei, a segnare il nuovo corso di Trenitalia sul terreno dell'intermediazione è ora la partnership appena firmata con l'associazione italiana dei tour operator. L'accordo, non esclusivo, consentirà di fatto a tutti gli associati all'organismo di rappresentanza confindustriale di accedere a un sistema di tariffe e offerte dedicate per la creazione di pacchetti turistici integrati. Inoltre permetterà alle due parti di sviluppare sinergie e collaborazioni su più fronti, compresa l'organizzazione di iniziative in occasione di fiere di settore.

"Fino ad ora - sottolinea Buontempo - l'attività con il mondo del tour operating è stata marginale, ma ora che il nostro prodotto è diventato realmente competitivo rispetto all'aereo grazie all'Alta Velocità, ci stiamo concentrando con molta più forza su questo settore e sull'integrazione del nostro servizio con quelli offerti dagli operatori".

Un'operazione commerciale salutata con favore anche da Andrea Giannetti, vicepresidente di Astoi Confindustria Viaggi. "Si tratta di un'iniziativa strategica - commenta - che ci consentirà di mantenere e implementare importanti quote nella distribuzione turistica. Per le nostre imprese rappresenterà inoltre un'ulteriore opportunità per essere ancora più appetibili al grande pubblico". Ad assicurare il vantaggio competitivo saranno infatti le "tariffe dedicate, che - assicura Buontempo - potranno generare risparmi dal 20 fino al 50 per cento".

Una marcatura stretta nei confronti del mondo dei viaggi organizzati che il player nostrano del trasporto su rotaia ha tutta l'intenzione di allargare a nuovi ambiti, compreso quello dei collegamenti a richiesta, finora appannaggio quasi esclusivo dei vettori aerei. "All'attivo - spiega il manager - vi è una divisione charter che lavora adattando l'offerta alle richieste della filiera: il tour operator ci indica la tratta e la percorrenza, mentre noi mettiamo a disposizione il servizio, laddove possibile". E gli accordi non hanno tardato ad arrivare: "Sulla Roma-Civitavecchia, per esempio - precisa il responsabile vendite di Trenitalia - abbiamo previsto con un operatore crocieristico circa 220 treni all'anno". Stessa linea viene seguita anche per il traffico religioso, un segmento che, ricorda Buontempo, "conta circa 120 treni all'anno dedicati e servizi unici in Europa, quali le carrozze barellate". - di Amina d'Addario

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=2358|target=s}