Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG Italia - Corsi Iata: basta obblighi

TTG Italia - Corsi Iata: basta obblighi

21 Dicembre 2012


Gli aggiornamenti riservati agli agenti di viaggi diventano facoltativi

Vittoria degli agenti di viaggi sul difficile tema dei punti Iata. L'ultima riunione dell'Apjc ha stabilito che il sistema del punteggio non costituirà più un vincolo per i dettaglianti italiani. I corsi di aggiornamento Iata, infatti, non saranno più obbligatori, ma facoltativi. Questo non significa, però, che i corsi saranno abrogati o che il sistema dei punteggi Iata passi nel dimenticatoio: l'aggiornamento e i punteggi esisteranno ancora, per garantire ai dettaglianti gli strumenti di formazione necessari (e un riscontro oggettivo del grado di preparazione dei professionisti). Tuttavia, la partecipazione agli incontri non sarà più una 'conditio sine qua non' per vendere biglietti tramite il sistema Iata. Le agenzie, dunque, potranno scegliere di partecipare o meno ai corsi organizzati dalla Iata. Si risolve così un nodo da tempo portato all'attenzione da parte dei dettaglianti, che in più occasioni avevano contestato il sistema dei punti Iata e soprattutto i costi di questo meccanismo per le agenzie. La decisione dell'Apjc, che riunisce i rappresentati di Fiavet, Assotravel, Assoviaggi, Astoi e quelli delle compagnie aeree, pone dunque fine a un regolamento da sempre difficile da digerire per i dettaglianti. "Si è trattato di un compromesso tra le due posizioni, quella delle compagnie aeree e quella delle agenzie - spiega Massimo Caravita, vicepresidente Fiavet -. Togliere del tutto il sistema dei punti avrebbe richiesto ancora un anno e mezzo circa. Invece, in questo modo la soluzione è stata più veloce". Del resto, sottolinea ancora Caravita, l'Italia era l'unico Paese europeo in cui vigeva questo sistema. Nessun 'colpo di coda', dunque, ma solo una precisa domanda di 'allineamento': "Quello che i dettaglianti hanno chiesto - sottolinea ancora il vicepresidente Fiavet - è di uniformarsi al resto d'Europa". - di Francesco Zucco

Visualizza l'articolo:

{phocadownload view=file|id=1881|target=s}