Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
TTG Italia - Astoi, una poltrona per due

TTG Italia - Astoi, una poltrona per due

27 Maggio 2014


Battifora e Mele candidati alla presidenza. I soci al voto il 30 maggio

Astoi, corsa a due per la poltrona più alta dell'associazione. I candidati alla presidenza sono due personaggi decisamente noti del mercato: da un lato Luca Battifora, dall'altro Andrea Mele. I due manager si confronteranno nella competizione elettorale prevista a Roma il prossimo 30 maggio, quando i soci Astoi saranno chiamati a esprimere la propria preferenza. Il vincitore (che resterà in carica per un biennio) succederà a Nardo FIlippetti, presidente di Eden Viaggi, che conquistò la presidenza nel giugno del 2012.

Carriere a confronto

Battifora, un nome ricorrente nei 'cambi di poltrona' degli ultimi anni. Tra i suoi incarichi più recenti, la direzione generale di G40 e, attualmente, la carica di ceo per Hotelplan. Qui, Battifora è stato chiamato apposta per guidare il rilancio della branca italiana del tour operator svizzero, dopo alcune annate complesse che avevano imposto una rigida disciplina sui conti. Sul fronte opposto, un manager di lungo corso come Andrea Mele, presidente e amministratore delegato del Mappamondo. Il suo nome è legato da anni a quello del tour operator da lui guidato, ma Mele vanta anche una storica militanza nel mondo associativo. Un confronto, insomma, tra due personalità di esperienza all'interno del settore turistico, conosciute sia dai 'colleghi' tour operator, sia dalle agenzie di viaggi italiane e dai fornitori.

Le sfide del comparto

Chi salirà al timone di Astoi si troverà a dover affrontare una situazione non semplice per il tour operating italiano. I segnali positivi per il mercato non mancano, ma sono ancora molte le incertezze che fanno ombra sulla restante parte del 2014. A iniziare dalla questione Egitto, fino alla necessità di restare al passo con il mercato e con le richieste dei clienti, in continua evoluzione. Senza contare la trasformazione del modello charter e l'avanzata delle low cost: due fenomeni che stanno incidendo profondamente sul segmento turistico, anche a causa del mutamento delle abitudini di consumo da parte dei viaggiatori. Insomma, un biennio cruciale per il mondo del tour operating, tra venti di rilancio e bisogno di cavalcare le opportunità del mercato.

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=3198|target=s}