Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Travel online, l'anno del sorpasso: nel 2017 Cina davanti agli Usa

Travel online, l'anno del sorpasso: nel 2017 Cina davanti agli Usa

02 Agosto 2016

Da qui al 2020 la spesa online per l’acquisto di viaggi aumenterà a un ritmo molto sostenuto, passando dai 564 miliardi di dollari stimati per il 2016 agli 817 previsti nel 2020. E a trainare la crescita, dice un report di eMarketer, sarà la voglia di viaggiare della classe media cinese, che nel 2020 porterà il mercato asiatico a produrre il 40 per cento di tutta la spesa online per il travel effettuata a livello globale.

Nel 2016 il maggiore mercato per acquisti travel online sono ancora gli Stati Uniti, si legge su Eventreport.it, ma il sorpasso dell’Asia avverrà già nel 2017, un anno prima del previsto: da un attuale volume di transato pari a 190 miliardi di dollari in Nord America e 177 miliardi in nord Asia-Pacifico, nel 2020 si passerà, rispettivamente, a 225 per la prima e 328 miliardi per la seconda. 

incrementi a due cifre percentuali si registreranno anche in America Latina e nel Medio Oriente-Africa, che pure continueranno a mantenere quote marginali (5,7% la prima e 5% il secondo) sul totale della spesa a livello mondiale.

La situazione in Europa

In Europa occidentale l’incremento andrà assottigliandosi con gli anni: da un +7,5% nel 2016 si arriverà a un +3,2% nel 2020, per un volume di transato che quest’anno sarà di 140 miliardi di dollari e fra 4 anni arriverà a 165 miliardi, con una quota del 20% sulla spesa globale.

A sostenere l’incremento della spesa online sarà comunque, sottolinea eMarketer, la crescita generalizzata del settore travel in tutte le regioni del mondo: il calo del prezzo del petrolio si traduce in una riduzione delle tariffe aeree, che a sua volta produce maggiore domanda di viaggio.

Le stime Iata indicano infatti per il 2016 un incremento del numero di passeggeri pari al 6,9% rispetto all’anno scorso e, poiché il prezzo del carburante continuerà a rimanere basso, l’associazione delle compagnie aeree si aspetta un ulteriore, significativo incremento del numero di passeggeri per il prossimo anno. - Fonte: TTGitalia.com