Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Traffico aereo in ripresa nel secondo trimestre

Traffico aereo in ripresa nel secondo trimestre

25 Agosto 2015


Positive le performance di Europa e Asia, ma i guai di Fiumicino hanno inciso non poco

Nel secondo trimestre del 2015 è aumentato dello 0,5% il numero di biglietti aerei acquistati a livello intercontinentale, di contro si è assistito a un calo del 5% delle tariffe medie. Come evidenziato dall’ultimo rapporto Ibar, sono risultate particolarmente positive le performance di Asia (+7,4%) ed Europa (+6,7%): gli aumenti di traffico si sono abbinati al calo delle tariffe, con la clientela italiana che continua a premiare le destinazioni che offrono una vasta gamma di collegamenti.

Sull’intero semestre per l’Italia si è registrato un buon recupero: il volume dei viaggi aerei entro i confini della Penisola si è avvicinato al dato dello scorso anno. Nord e Sud America, il cui andamento valutario non è ancora favorevole, mostrano una sostanziale tenuta sui volumi di acquisti, senza sensibili variazioni rispetto al trimestre precedente. Le compagnie aeree non sono ancora in grado di quantificare i danni determinati dal blocco di Fiumicino.

“Le compagnie‎ aeree - spiega Umberto Solimeno, presidente Ibar - stanno facendo tutto il possibile per continuare a offrire un continuo sviluppo e crescita, mantenendo inalterati i servizi ai passeggeri, in un quadro socio economico non del tutto favorevole. Sembra però che un destino crudele si stia accanendo perché questo non accada: dopo l’incendio del 7 maggio nel principale scalo italiano, nei giorni scorsi altri due episodi inquietanti hanno visto protagonista il fuoco incendiare la pineta ai margini dello scalo e il giorno successivo un improvviso blackout di alcune ore, che hanno visto ancora una volta due pesanti giornate per aerei, scalo, addetti ai lavori e soprattutto per i passeggeri”. -  Fonte: GuidaViaggi.it