Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
T.o: conti in ripresa, a dispetto del terrorismo

T.o: conti in ripresa, a dispetto del terrorismo

24 Gennaio 2017

L’esame sui bilanci 2015 di 61 tra i principali tour operator italiani rileva che sono stati prodotti ricavi complessivi per circa 6,8 miliardi di euro; segue l'analisi di due anni di turismo

L’esame sui bilanci 2015 di 61 tra i principali tour operator italiani condotto dal consulente Pierluigi Fiorentino rileva che sono stati prodotti ricavi complessivi per circa 6,8 miliardi di euro.

L’anno 2015 è stato funestato da conflitti internazionali e frequenti attentati di matrice terroristica islamica che hanno provocato significative contrazioni e hanno indotto gli operatori a cambiare la geografia dell’offerta. La semplice media evidenzia comunque un incremento di circa il 3,5% sul totale del fatturato rispetto al volume del 2014.

La redditività segna valori negativi del reddito nella fascia di aziende da 15 a 30 milioni di euro di valore della produzione.

Le imprese che fatturano fino a 15 milioni di euro, che presentano bilanci in utile, registrano il decremento di valore della produzione dell’8,5% (era -3% l’anno precedente).

L’analisi in ordine al margine operativo lordo sul totale dell’attivo di bilancio (Roa) fa rilevare poi il valore più alto tra le imprese con un fatturato superiore a 100 milioni di euro: 7,5%.

Il numero propone, inoltre, un consuntivo sull’anno appena terminato in materia di trasporto aereo, marittimo e tecnologico, offrendo una visione sulle prospettive future.
Il 2016, nel mondo, è stato un anno positivo per il settore aereo, e anche il 2017 si apre con prospettive ottimistiche. Nel  nostro Paese, invece, le notizie lasciano sgomenti e si concentrano sulle sorti di Alitalia, per la quale è difficile intravedere la prospettiva di un futuro solido e sicuro.

In campo marittimo continua la stagione positiva delle crociere e nell’anno in corso si assisterà a 6,8 miliardi di investimenti in nuove navi, mentre il mondo dei traghetti ha imboccato la strada del bipolarismo. La tecnologia sta marcatamente producendo i suoi effetti nei viaggi e tra app, dispositivi mobili e mega trend il travel - online e offline - cambierà il suo volto e adatterà la sua offerta ai Millennial. Per un approfondimento dell'argomento rimandiamo al numero 1517 del 23 gennaio. l.d. - Fonte: GuidaViaggi.it