Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Stagione da primato per l'Italia, i dati Federturismo

Stagione da primato per l'Italia, i dati Federturismo

19 Agosto 2016

Arrivi a più 9,5 per cento e giro d’affari a più 17,2 rispetto al 2015. Sono cifre da primato, quelle diffuse da Federturismo a proposito dell’inbound italiano dell’estate. I flussi internazionali sono stati contraddistinti da una prevalenza di tedeschi, francesi e inglesi, che hanno scelto la Penisola anche per questioni di sicurezza: “La domanda internazionale - spiega a Il Sole 24 Ore Gianfranco Battisti, presidente di Federturismo - ci percepisce come una destinazione sicura. Una recente ricerca condotta in Germania rivela che il nostro Paese, insieme alla Spagna, è in cima alla classifica europea della sicurezza percepita dai turisti”.

Ai flussi esteri si sono aggiunti quelli domestici: secondo le stime di Federturismo, infatti, sono più di 20 milioni gli italiani rimasti in patria e, di questi, 6 su 10 hanno scelto le località balneari, in particolare quelle pugliesi, siciliane, sarde e romagnole. Per quanto riguarda, invece, gli stranieri, la predilezione va alle strutture alberghiere, con un soggiorno medio di otto notti e una spesa di circa 800 euro.

Trend positivo anche per la fine della stagione
I primi dati relativi a stazioni e aeroporti indicano, invece, oltre 25 milioni di viaggiatori nelle stazioni ferroviarie e circa 8 milioni 250mila passeggeri nei soli aeroporti di Malpensa e Linate.

Ma il trend positivo non è destinato a fermarsi al periodo di alta stagione: secondo Federturismo, infatti, per fine agosto e inizio settembre si stima un aumento di prenotazioni pari al 5 per cento rispetto all’analogo periodo del 2015, con le città d’arte e i borghi in primo piano. - Fonte: TTGItalia.com