Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
SKYTG24 - Vacanze last minute, come organizzarle al meglio

SKYTG24 - Vacanze last minute, come organizzarle al meglio

26 Agosto 2017
Nonostante l'estate 2017 abbia fatto registrare un aumento delle ferie pianificate in anticipo, partire per viaggi "improvvisati" resta un'opzione amata dagli italiani. Ecco alcuni consigli per risparmiare su alberghi, voli e treni dell'ultimo minuto.

Fin dall'inizio della sua diffusione, tra la fine degli anni Novanta e l'inizio del Duemila, il viaggio last minute è sempre stato caratterizzato da una forte percentuale d'incertezza. Un'attrattiva per i viaggiatori più spensierati, una fonte di preoccupazione per quelli più previdenti. Comunque la si metta, la decisione di non pianificare con largo anticipo la propria vacanza richiede un'attenta analisi dei pro e dei contro di una simile scelta. Ecco quali sono i principali vantaggi e svantaggi delle ferie dell'ultimo minuto.

I pro e i contro della vacanza last minute
Organizzare un viaggio dell'ultimo minuto presenta oltre a una serie di benefici, anche una lunga lista di incognite che il viaggiatore deve conoscere. Tra i primi, elencati dal sito specializzato Momondo, ci sono l'emozione di partire verso una meta scelta all'ultimo minuto; la mancanza di stress da pianificazione; il potenziale risparmio sugli alloggi prenotati con poco preavviso, ovvero quelli che gli hotel scontano per non lasciare invenduta la camera. Meno facile è invece riuscire a trovare posto su un volo economico, perché il biglietto aereo comprato all'ultimo è (quasi) sempre più caro. Fra i contro bisogna tenere presente anche la possibilità di non trovare affatto un'offerta vantaggiosa o, in alternativa, di perderla dopo aver atteso troppo tempo prima di prenotarla. Da non sottovalutare anche le ridotte possibilità di scelta: organizzarsi con largo anticipo offre, infatti, un vantaglio di possibilità molto più ampio. Così come la poca flessibilità potrebbe essere un problema, il rischio è quello di non riuscire a far coincidere le date dell'offerta last minute con il proprio piano ferie.

In Italia crescono i turisti "previdenti"
Nonostante il grande fascino esercitato dal last minute, in questa estate 2017 crescono i vacanzieri italiani che non vogliono avere sorprese durante i propri viaggi. Lo rivelano i dati sui comportamenti dei turisti italiani diffusi dall'Osservatorio Astoi Confindustria Viaggi, l’'Associazione che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano. Secondo l'Astoi il boom della vacanza all'ultimo minuto, che aveva caratterizzato il comportamento degli italiani negli ultimi anni, è stato ribaltato a vantaggio delle cosiddette vacanze previdenti. Le prenotazioni advance booking, ovvero quelle effettuate fino a tre mesi prima della partenza, sono infatti cresciute del 15 per cento rispetto allo scorso anno.

Le vacanze degli italiani
Per avere un'idea dei numeri ai quali si riferiscono le percentuali diffuse da Astoi, basta considerare i dati di Federalberghi sul volume turistico proveniente dall'Italia. Secondo le stime offerte dall'associazione di settore sarebbero oltre 34 i milioni di italiani che, tra giugno e settembre, si sono mossi (o dovrebbero muoversi) per le proprie vacanze, ovvero il 3,2% in più rispetto all'estate 2016. Il giro di affari si attesterebbe, scrive Federalberghi, sui 22 miliardi di euro, in crescita del 2,2% rispetto allo scorso anno. La stragrande maggioranza degli italiani, il 78,6 per cento, ha optato per una vacanza dentro i confini nazionali, mentre sono "solo" il 21,2 per cento quelli che hanno deciso di partire verso mete esotiche. Ultimo dato da considerare è l'alloggio con l'albergo che vince, 27,6 per cento, su tutte le altre sistemazioni, ultimo in questa speciale classifica è il campeggio, scelto solo dal 4% dei villeggiatori.

I consigli per viaggiare con un last minute
Che sia un albergo a cinque stelle o un posto tenda in riva al lago, il primo consiglio è quello di assicurarsi di arrivare a destinazione in maniera rapida ed economica. Gli esperti del settore raccomandano flessibilità, che in termini pratici significa scegliere i voli, bus e treni meno comodi, ma più disponibili, come quelli in partenza di notte o di mattina presto. Meglio prenotare nei giorni infrasettimanali rispetto al week-end quando è più alta la probabilità di trovare disponibilità di posti. Per essere più flessibili è inoltre consigliato partire da soli o in coppia: il last minute è un viaggio sconsigliato per un gruppo. Più persone sono coinvolte maggiori saranno le difficoltà nel prenotare mezzi di trasporto e alloggi nei luoghi di villeggiatura.

Usare la tecnologia
Affidarsi a una buona agenzia viaggi o a un tour operator con pacchetti vacanza appositamente pensati per chi sceglie l'opzione last minute è l'opzione preferibile. In caso di vacanze fai-da-te, la dritta è quella di restare connessi ai siti specializzati o a quelli delle compagnie aeree attivando gli avvisi sulle offerte di viaggio, iscrivendosi alle newsletter e seguendo le pagine dei social network dei vari operatori. Infine è sempre utile scaricare l'app di una piattaforma specializzata in prenotazioni di hotel e case vacanze, per aver a portata di mano la possibilità di cambiare struttura con un semplice click.