Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Seimila «sì» stranieri, ma si può fare di più

Seimila «sì» stranieri, ma si può fare di più

06 Novembre 2014

320 milioni di business

La wedding fair di fatto consacra un settore incoming dai grandi numeri: ogni anno, secondo una recente ricerca della JFC Tourism & Management, oltre 6.200 coppie celebrano il loro matrimonio in Italia con un soggiorno che varia dai sette ai 10 giorni e un fatturato che sfiora i 320 milioni di euro.

«Un fenomeno  spiega Ottorino Duratorre, presidente di RomaFiere, organizzatore della Borsa  coinvolge molte figure professionali: dai wedding planner al catering, dai t.o. alle sartorie fino alle case di moda, con un indotto che genera significativi volumi d affari. L Italia attrae giovani coppie sedotte da proposte di soggiorno in location di rara suggestione».

Marketplace B2B

Alla Borsa parteciperanno oltre 70 buyer esteri provenienti soprattutto da Stati Uniti, Canada, Australia, Russia, Giappone, India, che incontreranno i rappresentanti dell offerta italiana, con alcuni nomi celebri dell hôtellerie come il Danieli e il Gritti di Venezia, il Casta Diva sul lago di Como, l Hotel Cavour di Firenze e altre prestigiose strutture ricettive del Sud, in particolare del Salento. «Accanto agli alberghi, ai castelli e agli agriturismi  prosegue Duratorre  saranno presenti anche flower designer, studi fotografici, sartorie e ovviamente wedding planner come l operatore specializzato Matrimoni da sogno».

La griffe  Made in Italy

La Borsa prevede due intense giornate di workshop B2B, che si concluderanno con un breve educational tour nella Capitale, nel corso del quale il gruppo di buyer esteri sarà condotto in un prestigioso atelier italiano di abiti da sposa. «Questa visita  spiega il presidente di RomaFiere  l abbiamo organizzata per far capire agli operatori esteri che il viaggio di nozze in Italia può essere totalmente Made in Italy, che è il brand più attraente per le coppie straniere che possono poi scegliere luoghi esclusivi della penisola per un soggiorno da abbinare alla cerimonia nuziale».

«Grandi potenzialità»

L Italia si conferma dunque un palcoscenico ambito per lo scambio delle fedi e il viaggio di nozze. Ma si può fare di più. Lo stesso Duratorre ammette che «con questa Borsa vogliamo seguire l esempio delle Camere di Commercio che stanno già puntando da tempo sull internazionalizzazione di alcuni settori. Quello delle lune di miele è sicuramente un comparto dalle grandi potenzialità». - Fonte: L'Agenzia di Viaggi sito web (di Andrea Lovelock)