Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Radaelli, Enit: «Italia debole, ora più web e social»

Radaelli, Enit: «Italia debole, ora più web e social»

21 Novembre 2014

«Siamo scesi anche nel Country Brand Index 2014-2015  ha evidenziato Radaelli  Oltre il 50% dei turisti nel mondo sceglie una destinazione dopo aver guardato internet, quindi dobbiamo essere presenti in modo aggressivo anche sul digitale. Non rinunciamo alle promozioni tradizionali, ma entriamo in modo competitivo sul web e i social. Con Enit lo stiamo già pensando e stiamo realizzando strumenti più incisivi per presentare il nostro Paese».

«Il turismo vale l 11,6% dell occupazione nazionale e il 10,3% del Pil  ha poi ricordato Roberta Milano, docente alla Cattolica di Milano ed esperta di web marketing, tra le organizzatrici del Barcamp  Ma varrebbe molto di più se fosse affrontato come  industria dell ospitalità , come viene definita all estero. Un impegno concreto da parte della politica non c è mai stato: competenza della Regioni, riforma del Titolo V ma anche spending review sono tutti nodi da sciogliere nel momento in cui si decide su cosa investire. Oggi vogliamo essere molto concreti nelle proposte e uscire con una lista di priorità da mettere in moto in breve tempo. Speriamo che la politica ci ascolti» - Fonte: L'Agenzia di Viaggi sito web