Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Quotidiano.net - Egitto, disco verde della Farnesina

Quotidiano.net - Egitto, disco verde della Farnesina

25 Luglio 2014


 Italiani
ci mancate era stato l accorato appello lanciato dall Egitto, orfano fino alla settimana scorsa dei turisti della penisola tenuti lontano da Sharm dallo sconsiglio della Farnesina. Ora che la cautela è caduta e anche la costa del Mar Rosso nel Sinai  quella continentale di Marsa Alam e Berenice, tanto per intenderci già non aveva prima il disco rosso  può rientrare a pieno titolo fra le mete vacanziere dei connazionali, tour operator e compagnie aeree si sono riorganizzate per gestire le partenze. Voli e tratte sono state riprogrammate, i pacchetti settimanali sono di nuovo in vendita e i turisti stanno riappropriandosi di Sharm El Sheikh. Il primo a far partire i suoi clienti è Eden Viaggi che, da domenica 27 luglio, ha decolli da ben sette aeroporti.

Ma lo seguono senza problemi tutti gli altri tour operator, da Settemari ad Alpitur, gli stessi peraltro che, sotto l egida di Astoi Confindustria Viaggi, si erano riuniti a Marsa Alam per un focus sul valore strategico del Paese delle Piramidi come destinazione turistica: una nazione che accoglie ogni anno 11 milioni di turisti internazionali generando un fatturato di oltre 10 milioni di dollari. In questa cifra rientra anche il milione di italiani che nel 2012 aveva fatto le vacanze sul mar Rosso, cifra ridotta della metà nel 2013 per gli effetti della Primavera Araba. Un calo che ha provocato un forte impatto sul mercato del turismo organizzato italiano (tour operator, agenzie di viaggio e compagnie aeree) per il quale la destinazione già nel 2010 rappresentava circa il 20% del fatturato totale per assestarsi all 8% nel 2013.

Anche l ambasciatore italiano al Cairo Maurizio Massari ha avuto modo di sostenere le esigenze del comparto turistico:  Il turismo è un settore strategico nei rapporti bilaterali Italia-Egitto, sia in termini di flussi turistici sia di investimenti. I flussi turistici italiani sono costantemente aumentati dopo la diminuzione dell anno scorso che ha registrato 555.246 passeggeri. Il nostro obiettivo è di riportare il numero di turisti italiani in Egitto allo stesso livello del 2010, pari a 1.144.384 passeggeri, e siamo pronti a lavorare insieme ai nostri amici egiziani per raggiungere questo risultato. A tal fine è necessario che le autorità egiziane continuino a lavorare per garantire il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza nelle principali aree di presenza turistica, così come un clima favorevole per gli investitori stranieri in questo settore .

Il ministro del turismo egiziano, Hisham Zaazou, si era impegnato fin dai mesi scorsi (in cui vigeva lo sconsiglio) per far tornare il suo Paese  ad essere la meta privilegiata dei viaggiatori e in particolare di quelli italiani con cui vi è sempre stato un rapporto privilegiato . Ora l obiettivo è stato centrato e tutta la costa del Mar Rosso può essere scelta come meta di vacanza. E indubbio che la rimozione dello sconsiglio nella zona di Sharm el Sheikh, rappresenti una notizia positiva in un momento così importante per la stagione estiva.  è l opinione di Angelo E. Cartelli, direttore Marketing e Commerciale di Eden Viaggi- E siamo convinti che la risposta del mercato sarà buona .