Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Pangaea, enogastronomia decisiva nella scelta del viaggio

Pangaea, enogastronomia decisiva nella scelta del viaggio

08 Novembre 2014

Tra gli italiani è diffusa l opinione che il settore sia cresciuto poco. In generale, comunque, il turismo enogastronomico rappresenta oggi più del 10% delle vendite di pacchetti ad hoc. La ricerca Pangaea evidenzia che il 26% delle vendite di proposte enogastronomiche avviene attraverso le agenzie di viaggi, mentre internet è un opzione scelta solo dal 22% dei viaggiatori. Di recente, poi, si è andata consolidando la tendenza ad acquistare package enogastronomici combinati con altre motivazioni di viaggio, quali ad esempio il benessere (17% di share nelle vendite) e lo shopping (11%).

La ricerca ha inoltre rilevato quali sono i fattori chiave che rendono appetibile un pacchetto di turismo enogastronomico: innanzitutto le visite a cantine, mercati e fabbriche dei produttori locali (29%), poi la possibilità di acquisto di prodotti locali (26%) e, ancora, eventi a tema enogastronomico (20%); in crescita i laboratori di cucina (13%), dove i viaggiatori vengono coinvolti nell elaborazione di piatti tipici o addirittura nella preparazione del vino. La durata preferita per questo tipo di soggiorni enogastronomici da parte dei cosiddetti  food traveler è di 2/3 giorni, mentre il 23% indica una settimana di permanenza e soltanto l 8% indica una sola giornata.

Coppie e gruppi di amici sono le componenti più frequenti, mentre l età media oscilla tra i 35 e i 55 anni. Sorprendente, infine, la risposta fornita dagli operatori europei in merito all eventualità di combinare pacchetti enogastronomici con la visita all Expo 2015 di Milano: il 41% degli intervistati ha infatti risposto che non proporrà questo mix. Dagli operatori italiani è giunta invece una risposta diversa: quasi il 60% ha dichiarato che promuoverà l Esposizione universale anche attraverso package realizzati ad hoc e combinati con varie tipologie di turismo. - Fonte: Il Giornale del Turismo sito web