Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Nuovo record per la Gran Bretagna: italiani in crescita del 5%

Nuovo record per la Gran Bretagna: italiani in crescita del 5%

02 Novembre 2015

Il numero di visite internazionali in Gran Bretagna continua a crescere, insieme alla spesa, facendo registrare un nuovo record, come mostrano i dati dell’Office of National Statistics. Nel primo semestre del 2015 dall’Italia si sono registrate 823.876 visite, con un aumento del 5,26% rispetto allo stesso periodo del 2014.

La Gran Bretagna ha registrato un aumento del 3% di visite nei primi sei mesi del 2015 (un totale di 17.210.000) battendo la cifra record dello scorso anno per lo stesso periodo. Anche per quanto riguarda la spesa, nei primi sei mesi del 2015, è aumentata del 2%, contribuendo con 9,5 miliardi di sterline all'economia britannica.

Mentre le visite per vacanza in Gran Bretagna, che ammontano a un totale di 6,5 milioni, sono alla pari con i numeri record registrati durante lo stesso periodo nel 2014, i numeri di coloro che visitano amici e parenti e i viaggi d'affari sono cresciuti in modo esponenziale nel primo semestre del 2015. Soprattutto i viaggi d’affari hanno avuto una grande ripesa, con +11%, stabilendo un nuovo record di 4,4 milioni, il più alto numero di visite d'affari mai registrato in assoluto nel primo semestre dell'anno.

Anche la spesa legata ai viaggi d’affari ha avuto un’impennata, mostrando una crescita del 17% rispetto ai primi sei mesi del 2014 - un record di 2,6 miliardi di sterline. Le visite ad amici e parenti sono cresciute del 4% arrivando a 4,8 milioni nei primi sei mesi del 2015, e la spesa a 2,1 miliardi (+7%).

Per quanto riguarda l’Italia, le visite per vacanza sono rimaste sostanzialmente stabili (403.340), mentre sono aumentati i viaggi d’affari del 16% (179.376), e le visite ad amici e parenti del 9% (188.852). Le visite in Inghilterra, esclusa Londra, sono aumentate dell’11% (223.713), e la Scozia ha registrato più di 40.000 presenze.

Patricia Yates, director of strategy & communication di VisitBritain ha dichiarato: «Continuiamo ad attirare visitatori da tutto il mondo, e l'aumento delle visite d'affari riflette il ritorno del Regno Unito come destinazione business. È incoraggiante vedere la crescita di spesa dei visitatori e la nostra competitività nonostante le fluttuazioni dei tassi di cambio». - Fonte: L'Agenzia di Viaggi.it