Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Mondo in tasca - Nasce la conciliazione paritetica per il turismo

Mondo in tasca - Nasce la conciliazione paritetica per il turismo

28 Gennaio 2011
ra imprese turistiche e clienti finali, è stata annunciata ieri, mercoledì 26 gennaio a Roma. Il primo segno dell'avvenuto dialogo tra le parti è dato dalle firme del comunicato: Astoi, Assotravel, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Adiconsum. Tutti hanno siglato l accordo che darà ai viaggiatori delusi una strada diversa dal tribunale per risolvere le controversie. La conciliazione paritetica è quindi possibile per i consumatori che abbiano da lamentare un inconveniente  di qualsiasi natura e valore e le imprese che aderiscono ai protocolli, tour operator e agenzie di viaggio. Gli uffici di conciliazione hanno la segreteria organizzativa a Roma, presso la sede di Astoi, Associazione tour operator italiani e quella di Assotravel, per le agenzie di viaggio, in via Pasteur. Le commissioni chiamate a decidere delle controversie potranno anche comunicare a distanza, in video o teleconferenza.

Dopo il reclamo

Per avvalersi del nuovo strumento, il consumatore che, per via dell acquisto di un servizio da un tour operator o da un agenzia di viaggio, abbia una lamentela da dichiarare dovrà prima aver presentato un reclamo diretto all impresa. Se, dopo 60 giorni, non ha ricevuto risposta, può rivolgersi alla commissione, che è formata da rappresentanti, i  conciliatori di entrambe le parti. I corsi per i conciliatori, secondo la procedura e il protocollo d intesa stabiliti, si sono conclusi in due sedi, a Roma e Milano e l elenco degli accreditati sarebbe già disponibile.

 Attraverso questa iniziativa, assolutamente all avanguardia nel settore, si riconferma la disponibilità delle imprese, specie quelle più serie e professionali, al dialogo con i consumatori e con i loro rappresentanti , si legge nella nota stampa congiunta .  La stessa disponibilità normalmente rivolta ai clienti per interpretarne le esigenze e consigliarli al meglio e che ora si pone alla base della fase conciliativa . -- di Sara Bianchi