Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Mi Tomorrow - Niente paura: si parte per la Grecia.

Mi Tomorrow - Niente paura: si parte per la Grecia.

08 Luglio 2015

Il dubbio resta: partire o non partire? 

Eppure a guardare le stime diffuse dai tour operator, la Grecia non fa poi così paura ai milanesi. Il ponte aereo tra Malpensa, Atene e le isole non subirà alcuna variazione per i prossimi giorni. Segno che la gente non intende abbandonare i progetti per l'estate, soprattutto oggi che il Paese ellenico ha bisogno della spinta del turismo. Il tabellone dell'hub milanese per domani parla chiaro: dieci voli programmati e confermati (tre su Atene, due su Mykonos e uno per ognuna delle rotte dirette a Rodi, Santorini, Cefalonia, Zante e Creta). 

"La gente si informa, ma non disdice", spiegano da Astoi, specificando come le precauzioni per partire siano state ben esplicitate dal Ministero degli Affari Esteri. Vediamo quali sono gli accorgimenti consigliati. 

Il cash - Come ha ricordato anche il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, prima di partire per la Grecia è bene munirsi di denaro contante. La stretta delle banche elleniche non colpisce le carte estere, ma le lunghe fila ai bancomat potrebbero creare disagi. Non solo. Sono possibili anche interruzioni del servizio o, molto più semplicemente, svuotamenti degli sportelli eroganti. E' sempre possibile pagare con carte di credito, ma di questi tempi negozianti e ristoratori greci prediligono incassare i contanti. Dall'Italia è possibile portare fino a 10.000 euro cash, ma è sempre meglio non esagerare in caso di furti o rapine. 

Gli approvvigionamenti - Chi ha scelto una struttura alberghiera (hotel, villaggi, bed&breakfast) non dovrebbe riscontrare problemi per cibo o generi di prima necessità. Situazione diversa per chi opta per l'appartamento e deve recarsi nei negozi o nei supermercati per la spesa. Il primo consiglio è quello di mettere in valigia tutti i medicinali necessari e prestare attenzione anche alla situazione degli ospedali pubblici. E' consigliabile avere con sé una polizza di assicurazione privata che copra tutte le spese in caso di malattia e infortunio. 

Scioperi e sicurezza. L'evolversi della situazione in Grecia potrebbe far salire la tensione sociale. Di conseguenza, non sono da escludere gli scioperi nei trasporti, così come la razionalizzazione del carburante. Occhio, quindi, a rimanere sempre aggiornati su possibili disagi o blocchi. La Farnesina colloca la Grecia tra i Paesi sicuri. Ad ogni modo è sconsigliabile trovarsi in mezzo a manifestazioni di piazza, soprattutto ad Atene e Salonicco. Una buona pratica è sempre quella di registrarsi sul sito www.dovesiamonelmondo.it per consentire al Ministero degli Esteri di rintracciarci in caso di emergenze. Si può segnalare il proprio soggiorno non prima di 30 giorni dalla data di partenza. Di P.DiR.